Pronto il polo didattico dell’aviosuperficie Mattei di Pisticci

Un altro tassello è stato fissato nel processo di sviluppo dell’infrastruttura aeroportuale E. Mattei di Pisticci Scalo. Lo rende noto Rocco Salvatore Fuina, Amministratore Unico del Consorzio per lo Sviluppo Industriale della Provincia di Matera, in occasione dell’ultimazione dei lavori di “Realizzazione nell’aviosuperficie Enrico Mattei del polo didattico per la formazione di personale da impiegare nel trasporto aereo”, finanziati per un importo di 200 mila euro a valere sui fondi FSC 2014/2020.
“I lavori eseguiti -spiega Antonio Emidio Castelluccio, ingegnere Responsabile del Procedimento dell’intervento- hanno interessato la riqualificazione di una palazzina esistente con superficie di circa 750 metri quadrati, ubicata in adiacenza alla zona “Land Side” dell’aviosuperficie. Le attività previste in progetto hanno riguardato la revisione del manto di copertura pedonabile, l’adeguamento degli ambienti destinati a servizi igienici, la revisione degli impianti esistenti con l’adozione dell’impianto di rivelazione fumi, oltre alle finiture interne connesse con gli interventi ed alla sistemazione del viale esterno che consente l’accesso diretto dall’aviosuperficie. I lavori sono stati ultimati entro i termini contrattuali e collaudati con esito positivo”.

“L’idea della realizzazione e creazione di un polo di formazione di personale da impiegare nel settore aereonautico – prosegue Fuina – nasce dalla considerazione che le scuole di formazione dei piloti e di tutto personale di terra e di aria che viene utilizzato nel trasporto aereo, incontrano, a volte, difficoltà ad organizzare e svolgere percorsi formativi ed esercitazioni a causa dell’indisponibilità di ambienti idonei. Nel nostro caso, gli ambienti sono localizzati nelle immediate vicinanze dell’aviosuperficie, è ciò costituisce sicuramente un valore aggiunto in termini strategici.
La realizzazione di una scuola di volo nell’Aviosuperficie porterà dei vantaggi anche per le realtà locali, assicurando da un lato un’occasione non usuale di frequentare corsi di formazione utili e necessari sia per l’avvio di percorsi amatoriali che per i possibili sbocchi professionali, creando indotti economici conseguenti allo sviluppo di nuove iniziative imprenditoriali che richiedono l’impegno di unità di personale qualificato e di avanzate risorse strumentali.
In particolare si potrebbero attivare corsi per il conseguimento dell’abilitazione al volo strumentale e a quello con plurimotore, per formare piloti commerciali e di linea, nonché per le altre professionalità impiegate nel trasporto aereo e nella gestione degli aeroporti quali, personale di bordo (hostess e stewards) e di terra, addetti alla gestione delle emergenze antincendio, addetti al primo soccorso, alla riparazione degli aeromobili. Infine, la presenza di un polo di formazione nel settore aeronautico potrebbe costituire uno stimolo all’insediamento nell’agglomerato industriale di nuove attività produttive, anche nel settore aeronautico stesso”.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*