POMARICO: SINDACO MANCINI CHIEDE DI SFRUTTARE IL RICOVERY FUND PER LA MATERA – FERRANDINA A 4 CORSIE

POMARICO. “Per la  Matera – Ferrandina a quattro corsie, dare priorità assoluta nel Ricovery Fund”. Lo chiede a gran voce il sindaco  Francesco Mancini di  Pomarico, rivolto alle istituzioni regionali di Basilicata. E ciò in vista dell’arrivo di cospicui fondi  europei destinati anche alla nostra regione. Nel suo appello Mancini ricorda che “ Non possiamo   assolutamente perdere  questa occasione storica  del Ricovery Fund  per realizzare  una infrastruttura fondamentale per tutto il nostro territorio, un  asse strategico  che toglierebbe Matera dall’isolamento  oltre che rendere più appetibili le nostre zone Zes. Questo “treno” – aggiunge Mancini –  lo abbiamo già perso  in occasione  di Matera Capitale Europea della Cultura , se lo dovessimo perdere  anche in questo passaggio storico del  R.F., vorrà dire che tutti, nessuno escluso,  avremmo fallito  inesorabilmente, Un’opera così importante per la Basilicata , non può  non avere priorità assoluta.   Si è discusso  più e più volte , sono stati impegnato già 69,5 milioni di euro per il  By Pass Matera di 14 chilometri  in raddoppio, su questo bisogna velocizzare la cantierizzazione, visto che ilo progetto è definitivo. Sempre nell’ambito delll’itinerario mediano Murgia – Pollino,  vi è il tratto finanziato  per un importo di 14,8 milioni di euro, suddiviso in due lotti. La Regione di Basilicata sta effettuando  le attività di indagine e  monitoraggio geologico  sul tratto interessato dalla ben nota frana in territorio di Miglionico. Si resta in attesa dell’esito delle indagini.  E’ inutile – insiste il sindaco – arenarsi  sulla “scusante  di comodo” –  che rappresenta il tratto  sotto Miglionico. Dobbiamo pensare  alla realizzazione del tratto Matera Ferrandina  in più step collegati tra loro, ma distinti e soprattutto  non vincolanti tra loro, altrimenti quest’opera  non verrà mai realizzata.  L’ideale – conclude – sarebbe ritornare con gli interventi  anche sullì’ultimo tratto, quasi tutto già a tre corsie per la Basentana  in cui sarebbe “agevole” progettare una 4 corsie. E’ doveroso chiedere in questa fase , di inserire  questo ulteriore tratto di 10 chilometri  con finanziamento  a copertura  attraverso il Recovery Fund, affinchè tutta l’opera di 24 chilometri sia tutta cantierizzabile in modo che Matera  si possa collegate  agevolmente  al tratto tirrenico e jonico via Basentana.”.  La Matera – Ferrandina 4 corsie   è un annoso problema che si trascina da anni e il Sindaco Mancini – occorre ricordarlo – si è battuto in prima persona, anche attraverso la sua carica di Consigliere Provinciale, con diversi incontri istituzionali sia al Comune di Pomarico che al palazzo di via Ridola a Matera. Il suo, un impegno che non è mai mancato, attesa la notevole importanza dell’opera  che interessa il materano tutto. Come è noto, il tratto dell’arteria interessata, rientra nel piu’ ampio asse  mediano strategico  Murgia – Pollino con il collegamento dell’Autostrada A14 Gioia del Colle con l’A2 Lauria Sud,  il cui elaborato di fattibilità tecnico – economico , con la valutazione dell’impatto ambientale, è stato dichiarao opera strategica e di interesse  nazionale con l’adozione delle delibere Cipe 121/2001, 130/ 2006 e 62/2011 e che tutto l’asse strategico Murgia – Pollino è inserito nell’accordo di programma 2018/2019 tra Anas e Ministero infrastrutture e trasporti.

MICHELE SELVAGGI

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*