#myViviHeraclea: è il social contest per raccontare con foto e video sei anni di attività con gli occhi degli spettatori

Vivi Heraclea, come la cultura, non si ferma.  Aspettando di tornare quanto prima a poterci incontrare e a condividere spazi e luoghi, lancia l’iniziativa social #myViviHeraclea.  

L’idea è quella di ripercorrere, sulla pagina Facebook dell’associazione I colori dell’anima,  tutte le edizioni di Vivi Heraclea, dal 2015 ad oggi, attraverso foto, filmati e ricordi di quanti di questo viaggio hanno fatto parte, anche da semplici spettatori.

“Vivi Heraclea  è nel cuore della gente – dice Tiziana Fedele, presidente de I colori dell’anima-  Ne abbiamo avuto la prova tangibile in questi mesi così delicati, dalle numerose attestazioni  di vicinanza e affetto, a conferma che in questi sei anni  la manifestazione è riuscita nell’intento di far conoscere e valorizzare il patrimonio storico-archeologico dell’antica Heraclea e le sue immense bellezze. Un’iniziativa ideata per creare consapevolezza ed appartenenza ; valori imprescindibili per la promozione e la fruibilità delle risorse culturali”. 

L’emergenza  sanitaria ha fermato il tradizionale appuntamento estivo di  Vivi Heraclea, ma non le altre attività di promozione del  territorio. Vivi Heraclea ha continuato, pur nelle limitazioni imposte dall’emergenza Covid, con determinazione nella sua missione: promuovere la storia di Policoro, le origini e la nostra identità. E ha potuto farlo anche e soprattutto grazie al sostegno di imprenditori che, nelle varie forme e misure, hanno dato linfa alla cultura. Un sostegno nel ben mezzo di una pandemia mondiale che, proprio per questa ragione, assume ancora più valore.

“Ostinatamente convinti nella forza inarrestabile di seminare e diffondere cultura, che dalle macerie si può e si deve rinascere, – sottolinea Tiziana Fedele- abbiamo sperato fino all’ultimo di poter vincere e di immaginare. Abbiamo condiviso l’esperienza delle visite guidate alla scoperta delle Tavole di Eraclea e del Museo archeologico della Siritide fino all’ultimo giorno possibile, rispettando le normative vigenti. Ora non ci resta che reinventarci ancora e rimodulare la nostra visione con l’unico mezzo possibile: il web. E lo faremo come sempre con l’unico modo che conosciamo: il cuore.

Questi anni non sono stati vani – prosegue- e Vivi Heraclea rappresenta l’orgoglio di appartenere ad una terra dalle bellezze millenarie che merita di essere conosciuta e riconosciuta. La pandemia ci ha immobilizzati, ci ha tolto preziose occasioni di incontro e condivisione, privandoci del calore di abbracci e sorrisi. Ora possiamo sorridere solo con gli occhi e con gli occhi possiamo immaginare un nuovo modo di amare il nostro territorio e di farlo conoscere al mondo intero. Ed è proprio attraverso gli occhi, i  vostri occhi,  che #myViviHeraclea vuole ripercorrere sei lunghi anni di  percorsi tematici, visite guidate, conferenze, convegni , laboratori didattici e momenti di spettacolo”. 

Michele Placido, Sergio Rubini, Gianmarco Tognazzi, Giancarlo Giannini, Antonella Ruggiero, Rocco Papaleo  gli ospiti eccellenti di Vivi Heraclea,  ma tanti altri sono stati i preziosi compagni di  viaggio di quest’avventura. 

L’appello della presidente dei Colori dell’anima?  “Ripercorriamo insieme  tutte le tappe di Vivi Heraclea. Postate sulla nostra pagina Facebook le  vostre foto o video, accompagnate da un breve ricordo di quel momento, con la speranza di tornare a emozionarci  insieme nel 2021”.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*