Z.E.S.: la Filctem CGIL di Matera scrive a Cupparo

Spett.le Assessorato Attività Produttive

 Regione Basilicata

Francesco CUPPARO

Spett.le Comitato di indirizzo Z.E.S. Jonica

ZONA FRANCA DOGANALE 

Come è noto la Z.E.S. interregionale di Puglia e Basilicata, è realtà.

All’interno della stessa vi è la possibilità di individuare le Zone Franche Doganali, le quali prevedono sospensioni dei pagamenti dei dazi doganali e dell’iva, delineando di fatto una “No Tax Area”.

E’ di questi giorni la notizia, della candidatura a zona franca doganale, del territorio di Ferrandina. 

La Filctem CGIL di Matera, acquisisce con favore tale evento, in quanto promotori da tempo dello sviluppo di tale operazione, ma ritiene nel contempo, riduttiva tale scelta. E’ opportuno, per quanto concerne l’individuazione delle aree interessate alla stessa, l’estensione a tutta l’area di sviluppo industriale della Valbasento, territori di Pisticci e Ferrandina, i quali rappresentano, tra le aree perimetrate a tale scopo, quelle più prossime al porto di Taranto, oltre ad avere al loro interno, diverse realtà produttive.

Non essendo scaduti i termini previsti per tale istituzione, la Filctem CGIL di Matera, chiede all’Assessore Regionale ed al Comitato di indirizzo della Z.E.S. Jonica, di procedere in tal senso, affinchè questa opportunità sia da volano al rilancio industriale dell’intera area, anche in termini occupazionali.

     Matera, 27/11/2020

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*