FRANA POMARICO PROTEZIONE CIVILE TRASMETTE A SINDACO DECRETO RELATIVO A EROGAZIONE CONTRIBUTI

POMARICO. Sono trascorsi quasi due anni da quel fine gennaio 2019, quando un devastante movimento franoso interessò e colpì il centro cittadino, per fortuna senza vittime. Gravi danni al patrimonio urbano e alle numerose famiglie  che a tutt’oggi, dopo aver perso l’abitazione, vivono in affitto, sempre in attesa della erogazione di contributi, che purtroppo finora non sono arrivati. Situazione ormai divenuta insostenibile che aveva  ha indotto il primo cittadino di Pomarico Francesco Mancini a scrivere al  Commissario Delegato della Protezione civile della Basilicata, Alberto Mariano Caivano, e alla direzione nazionale dello stesso ente per lamentando i ritardi e sollecitando gli interventi promessi, senza i quali non si è potuto provvedere a tener fede agli impegni verso le famiglie sgomberate e verso la Università di Firenze , Unibas e CNR Basilicata, relativamente ai servizi finora legati al dopo franai. Nella giornata di venerdì 13 novembre la  risposta della Protezione Civile di Potenza con la trasmissione del Decreto del Commissario Delegato  Alberto Mariano Caivano, che – come ci ha direttamente comunicato il sindaco Mancini: “  Praticamente chiude la importante e complessa fase burocratica della  vicenda,  ed ora si  può procedere  finalmente, con una serie di adempimenti che ci porteranno  in breve tempo a poter indire le gare  per i lavori di rimozione macerie e messa in sicurezza  del versante, oltre che al riconoscimento dei mesi arretrati  per quanto riguarda  l’autonoma sistemazione  alle famiglie  che hanno dovuto sgomberare  dalle proprie abitazioni”. Lo stesso primo cittadino ha colto l’occasione per ritenersi abbastanza soddisfatto per come la vicenda si è evoluta,   ringraziando il Commissario Delegato  Ing. Caivano, unitamente all’Ing. Loperte sempre delle Protezione Civile  di Potenza, per aver seguito direttamente tutto  il non semplice l’iter  procedurale. Un ringraziamento particolare, espresso  al Capo della Protezione Civile  Angelo Borrelli e il suo staff per aver sempre seguito da vicino  la questione frana dell’abitato, nonostante gli innumerevoli impegni  nazionali del momento. Per la verità, occorre anche sottolineare l’impegno del costituente attivo Comitato di scopo, che recentemente aveva fatto sentire la propria voce  e lamentele a riguardo,  scrivendo al Governatore della Basilicata Bardi, all’Assessore regionale alle Infrastrutture  Donatella Merra e ai Consiglieri Provinciali di Matera.

MICHELE SELVAGGI 

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*