LA SCOMPARSA DEL PROFESSOR ANTONIO LAPADULA EX DIRETTORE DIDATTICO A MARCONIA

Se ne va una persona per bene,  impegnato per tanti anni  nella scuola, nella società, ma anche in politica.  Nella giornata di mercoledì 4 novembre, la dipartita del nostro concittadino  il professor Antonio Lapadula, avvenuta in ospedale a Roma dove era ricoverato da alcuni giorni. Direttore Didattico  ( Dirigente Scolastico) della Scuola Elementare e Materna di Marconia sin dal 1971, quella scuola che attraverso gli anni  lui aveva aiutato a diventare sempre più importante. Collocato in pensione  nel 2007, appena dopo, aveva lasciato la sua casa di Marconia dove aveva vissuto con la sua famiglia per tanti anni,   trasferendosi con la moglie  Franca, nella capitale dove vivevano i suoi due figli Carol e Mikael. Nel 1970  entrò in politica  nelle file della D.C. diventando  consigliere comunale di quel partito, subentrando  il 14 novembre   al dimissionario Ing. Armando D’Alessandro, rimanendo in carica fino al 1975. Nel 1999 continuò il suo impegno politico,  nominato coordinatore di Forza Italia  fino al 2001. Importante il suo contributo nella letteratura locale  firmando  il libro “ L’antagonismo Pisticci – Marconia “, un lavoro  molto apprezzato dalla popolazione dei due centri, frutto di una attenta ricerca  tra le due comunità  più significative del territorio, utilizzando documenti partitici oltre che di stralci pubblicati  sulla stampa locale, con l’auspicio del  suo superamento definitivo per la crescita e la valorizzazione  piena del territorio. “La ricerca – scriveva – si propone di ripercorrere  le linee di fondo di questa contrapposizione e di portare elementi di riflessione sulla deleteria influenza che ha avuto sulla intera comunità pisticcese, tanto da condurla ad una situazione di stallo e di fallimento, densa di grave ipoteca  per il futuro delle nuove generazioni, se non si interviene con la necessaria urgenza. Il dilemma – aggiungeva – è stato sempre  campo di battaglia  degli schieramenti politici in funzione elettorale, il più delle volte  intenzionalmente  fatto percepire ai cittadini in maniera distorta e camuffata rispetto ai veri obiettivi perseguiti con una strategia sempre soft, per non urtare mai in maniera palese e diretta  la sensibilità degli elettori delle due comunità, nel senso che  a Pisticci  si dava  per certo qualcosa  che era l’esatto contrario  di quanto si annunciava a Marconia e viceversa”.  Un antagonismo, quello tra Pisticci e Marconia, che, per fortuna, negli ultimi tempi sembra placato. E questo forse grazie anche al contributo letterario del professor Antonio Lapadula che a Pisticci e a Marconia lascia i suoi  affezionati familiari,  i suoi collaboratori scolastici e tanti amici. Persona che è rimasta sempre legata alla sua terra di origine dove, di tanto in tanto ritornava, come aveva fatto l’ultima volta la scorsa estate.

MICHELE SELVAGGI

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*