LE INIZIATIVE DELLA FAMIGLIA MARRESE OLTRE A QUELLA CASSANO PER SPOSTARE BUSTO DEL MAESTRO MARRESE.

PISTICCI. Si parla tanto in questi giorni della necessità di spostare il busto marmoreo raffigurante lo scrittore e insegnante pisticcese Pietro Marrese, vissuto  dal 1876 al 1918.  La famiglia  Marrese ( la nipote dello scomparso, signora Renata e suo figlio, pronipote, il dr. Antonio De Sortis), nei giorni scorsi ha informato di  iniziative e passi importanti che gli stessi discendenti la storica famiglia, hanno  messo in atto verso le istituzioni, per  trovare un nuovo, accogliente sito alla struttura marmorea, attualmente allocato al piano rialzato della ex Scuola Elementare di via Cantisano, ove  l’insigne maestro ha insegnato all’inizio dell’altro secolo. E ciò, perché  questo  sito, purtroppo da poco trasformato in atrio dell’Ufficio di Polizia Urbana,  stride con la funzione sociale ed educativa, per cui  quella preziosa struttura fu a suo tempo realizzata. Secondo i discendenti della famiglia Marrese  il  migliore luogo di individuazione per un nuovo sito su cui  spostare il busto, sarebbero i locali della  Biblioteca comunale, ubicata lungo la stessa via e solo a qualche  diecina  di metri distante dall’attuale luogo; un posto  ritenuto  più che idoneo per ricordare il maestro, affinché non si perda mai traccia  delle grandi virtù di questo insigne educatore mai dimenticato, della nostra città. Ovviamente,  ora  la parola passa  all’Amministrazione comunale guidata dal primo cittadino Viviana Verri,  per quella che dovrebbe essere una scelta definitiva della sede  per allocare il busto marmoreo, atteso che – come la nostra emittente, nei giorni scorsi, ha dato notizia – un’altra nobile iniziativa  era stata promossa recentemente dal sig. Andrea Cassano del posto, il cui padre Giuseppe nel 1979, si era reso promotore di una raccolta di fondi tra gli ex alunni  del maestro, emigrati in Canada, che dette i suoi frutti,  per la realizzazione del maestoso busto. Il sig. Andrea, come si ricorderà, oltre  alla Biblioteca Comunale, aveva indicato come nuova sede, anche  l’Istituto scolastico di via Marco Polo, per cui, a questo punto,  non resta che attendere quelle che saranno le decisioni istituzionali per attuare le due nobili iniziative.  

MICHELE SELVAGGI

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*