MERCATO SETTIMANALE GINOSA: IL SINDACO VITO PARISI INFORMA

Io non scherzo con la salute pubblica. Ho dei doveri e delle responsabilità nei confronti dei miei cittadini e di chi vive il territorio che governo. 

Come tutti sapete, la situazione contagi merita attenzione da parte di tutti. Quasi 50 persone contagiate con tante persone in quarantena fiduciaria tra Ginosa e Marina di Ginosa. Lo sforzo che abbiamo fatto come Amministrazione è quello di garantire lo svolgimento delle tante attività che caratterizzano il nostro territorio, ma in sicurezza, attuando i protocolli già noti. Faremo di tutto per evitare nuovi contagi e allo stesso tempo lockdown, attraverso il buonsenso.

Tutti ci siamo adeguati, anche quelli più riottosi. Lo stiamo facendo per il timore di essere contagiati e, soprattutto, perchè abbiamo paura di contagiare le persone a cui vogliamo bene.

Questo è il motivo per cui è stato scelto lo spostamento del mercato a Ginosa. Non ci sono altre ragioni e non ho bisogno di parlare di simili questioni per fare politica. Quando si ha il dovere di tutelare la vita delle persone, la politica viene meno e le scelte pure.

Dopo le pagliacciate dello scorso giovedì, ho dato la disponibilità per l’ennesimo incontro a una delegazione di ambulanti ginosini per dirimere la questione mercato, accompagnati dall’avv. Durante. 

Oltre a me, c’erano anche l’architetto Daniele Biffino (Ufficio Commercio) gli Assessori Nicola Piccenna, Domenico Gigante, Nunzio Ricciardi e il Consigliere Sergio Basta. 

Eravamo in attesa che gli ambulanti formalizzassero le proposte per le quali avevamo dato la disponibilità di valutazione, fermo restando la volontà di non far svolgere il mercato all’interno delle aree densamente popolate come Viale Martiri d’Ungheria.  

Per le ragioni legate alla sicurezza, che abbiamo largamente illustrato, questa opzione non è possibile. 

È stata anche valutata la zona PIP come eventuale destinazione.

Abbiamo ascoltato, come abbiamo sempre fatto, e vagliato tali proposte. 

Nessuna soluzione migliorativa, però, è giunta per quanto riguarda l’area provvisoria di Piazzale Padre Pio e Via Fratelli Materano, con l’esclusione di Via Portararo.

Fregandosone degli impegni presi dall’Avv. Durante e dai commercianti ginosini, finalizzati ad evitare inutili manifestazioni, vista e  considerata la situazione di rischio e senza che venisse formalizzata alcuna proposta, ieri mattina abbiamo appreso che la manifestazione si farà ugualmente. 

L’imbarazzo degli ambulanti locali di ieri mattina era evidente. Al fine di gestire questa manifestazione, ci saranno Polizia Locale e Carabinieri e sarà informata la Questura di Taranto sull’evolversi della situazione. Rispetto il diritto di manifestare, ma ho l’obbligo di dirvi che oggi dovremo togliere i vigili urbani previsti per la gestione del traffico in prossimità delle scuole per essere presenti nei pressi dell’area mercatale provvisoria. 

Provo a immaginare. Qualcuno forse farà il suo solito show inquadrandosi con il cellulare e fomentando i colleghi, qualcun altro magari scenderà in strada per combattere la propria battaglia personale, altri diranno che è colpa come al solito dell’amministrazione. Tutte supposizioni alla luce di quanto già visto. 

Ciò che è certo, invece, è che Ginosa è davvero stanca di sentir parlare di questa questione che si sta trascinando da troppi mesi per colpa di una parte di persone che mancano di serietà. 

Nel frattempo, come sempre, rinnovo l’invito a prestare la massima attenzione per il bene di tutti. 

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*