Incoronata: 18 ANNI DI SCAVI. Presentazione mercoledi 23 al Tilt di Marconia

GLI ULTIMI RITROVAMENTI SULLA COLLINA INCORONATA

PISTICCI- Diciotto lunghi e fruttosi anni di ricerca archeologica sulla Collina Incoronata,  condotti dalla missione di Rennes 2 guidata da Mario Denti. Sulla storia dell’Incoronata si sono già confrontati nel passato insigni archeologici tra cui il Ridola, Valente, Lepore, Lenormant, Adamesteanu, Trendall, Orlandini, De Siena, Castoldi ed oggi Denti, che per il suo costante attaccamento e legame con la terra lucana è stato proclamato cittadino onorario di Pisticci. Distante circa sei da km Metaponto, la collna è stata da sempre oggetto di uno stimolante dibattito circa le origini, la funzione, la storia, l’evoluzione e la fine. Il termine Incoronata è con ogni probabilità traduce di una peristephane bizantina, civiltà che ha dominato a lungo a S. Basilio e S. Teodoro. Un lungo ed articolato pianoro, sulla sponda destra del Basento, al confine tra Siris e Metaponto, che si caratterizza per rigide scarpate. Il suo accesso era regolato da due vie: un antico tratturo preistorico ed una via di collegamento con alcuni piccoli siti più a sud, L’ambizioso progetto di scavo del prof. Denti si inserisce nel più ampio progetto sul mondo mediterraneo in epoca arcaica, per approfondire le importanti dinamiche sui rapporti tra società e popolazioni diverse e tra il vicino oriente ed occidente mediterraneo, dando luogo ad una simbiosi culturale e linguistica forse unica al mondo. I coloni greci erano ancora gruppi subalterni quando dominavano genti anelleniche, Enotri e Khones. Nelle ultime campagne sono stati rinvenute, tra l’altro, tracce di grandi terrazze monumentali, parte di area artigianale, materiale vario di tipo strutturale, pietre e ciotoli di pavimentazione dell’Età del Ferro, frammenti di recipienti indigeni per versamento del vino, testimonianze micenee. Nel 1980, la collina fu sbancata con la distruzione di un grande emporio, un vero e proprio scempio, che distrusse un prezioso patrimonio storico. La campagna di scavi così ogni anno si arricchisce di nuovi contributi, una ricerca condotta con tenacia e passione per ricomporre il mosaico di un quadro abbastanza complesso. I risultati dell’ultima campagna di scavi saranno presentati mercoledì 23 ore 19,30 al Tilt di Marconia.

GIUSEPPE CONIGLIO

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*