Taranto: Città Vecchia, segnali positivi dalla raccolta differenziata

La raccolta differenziata in Città Vecchia è partita e le cose stanno già cambiando in meglio nel centro storico. I cittadini rispondono con senso di responsabilità e questo è un bene, al netto di alcuni abbandoni illeciti che purtroppo persistono e che prontamente gli operatori di Kyma Ambiente hanno rimosso e continuano a rimuovere. Il continuo ascolto delle esigenze di commercianti, esercenti e residenti ha permesso a Kyma Ambiente di raccogliere indicazioni utili al miglioramento del servizio. Con l’assessore Paolo Castronovi, nella conferenza di servizi di questa mattina, sono state studiate una serie di migliorie e accorgimenti, che nei prossimi giorni troveranno attuazione. Intanto procedono le operazioni di svuotamento dei cassonetti ingegnerizzati: al momento la frazione più raccolta è quella del multimateriale, con passaggi giornalieri.
Le card distribuite dai nostri incaricati agli utenti di Città Vecchia, necessarie per accedere ai cassonetti ingegnerizzati, sono circa 900. Fino a venerdì 11 sarà attivo il gazebo informativo in via Garibaldi, nelle adiacenze dell’oratorio San Giuseppe, dove ritirare il sottolavello, le buste per l’organico e, per chi non l’avesse ancora ricevuta, la tessera personale.
«I primi giorni di differenziata in Città Vecchia – ha dichiarato il presidente di Kyma Ambiente Giampiero Mancarelli – ci fanno ben sperare. Stiamo svuotando i cassonetti di multimateriale, già pieni, segnale che i cittadini non vedevano l’ora di differenziare i rifiuti. Ci assesteremo e andrà sempre meglio, grazie a chi accompagnerà con entusiasmo questa autentica rivoluzione».
«Bisogna continuare nella certosina opera di accompagnamento verso questa vera e propria rivoluzione – ha dichiarato l’assessore Paolo Castronovi -. Con l’aiuto della città riusciremo a cambiare».

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*