Tpl, Merra: “Continua l’iter delle gare pubbliche”

Un incontro con le aziende ed uno con le organizzazioni sindacali si sono svolti nella sede del Dipartimento Infrastrutture per condividere alcuni fondamentali aspetti dei disciplinari di gara “mettendo al primo posto – sottolinea l’assessore – le garanzie per i dipendenti”

Nella sede del Dipartimento regionale alle Infrastrutture si sono tenute tra ieri ed oggi due riunioni propedeutiche alla redazione dei documenti di gara per l’affidamento del Trasporto pubblico locale in Basilicata. Ad entrambe hanno partecipato l’assessore regionale alla Mobilità, Donatella Merra ed un rappresentante della società al quale è stata affidata la predisposizione dei Piani economici e finanziari che saranno parte integrante dei disciplinari di gara. Alla prima riunione – che si è svolta ieri (31 agosto) – sono intervenuti i dirigenti delle principali aziende che fanno parte del consorzio Cotrab, mentre al secondo incontro – di oggi 1 settembre – gli esponenti dei sindacati di categoria. “Il tema – ha evidenziato l’assessore Merra – è assicurare un confronto costruttivo sui dati che vengono forniti dalle aziende e relativi al personale e ai mezzi di trasporto che dovranno essere trasferiti, con le dovute garanzie, alle società che risulteranno vincitrici delle gare e che subentreranno agli attuali gestori. Al primo posto – ha messo in chiaro l’esponente dell’esecutivo – mettiamo l’esigenza di tutelare autisti e dipendenti, affinché mantengano diritti ed occupazione nella delicata fase di passaggio che condurrà ai nuovi affidamenti. Mentre il Dipartimento – ha aggiunto l’assessore Merra – sta seguendo la delicata questione della ripresa del servizio in vista della riapertura delle scuole, non perdiamo d’occhio l’obiettivo fondamentale, che è quello di arrivare, quanto prima, alle gare del Trasporto pubblico locale, nella speranza che in un immediato futuro quest’ultimo venga affidato ad aziende che siano capaci di gestirlo secondo regole, impostazioni e garanzie del tutto differenti”.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*