Impianto rifiuti a Latronico, l’assessore Rosa incontra i Comitati

Presso la Regione Basilicata non è pervenuta alcuna istanza per l’autorizzazione per l’esercizio di un impianto di raccolta e selezione rifiuti in zona PIP – Località Mulino della Frazione Agromonte del Comune di Latronico.  Ove tale istanza dovesse pervenire sarà indetta, come previsto dall’iter autorizzativo, apposita Conferenza di servizi, aperta alla partecipazione pubblica.

È quanto dichiara l’assessore all’ambiente ed energia della Regione Basilicata, Gianni Rosa, che ha ricevuto questa mattina delegazioni di: “Comitato No impianto in Località Mulino”, “Italia Nostra”, “Vola – Volontari per l’ambiente” e “Briganti d’Italia”. 

I rappresentanti delle associazioni hanno esposto all’assessore i motivi per i quali sarebbero contrari alla realizzazione dell’impianto. Tra questi: le distanze dall’abitato di Agromonte, il previsto trattamento di materiali inquinanti, la perdita di valore degli altri lotti.

I Comuni di Francavilla e Senise – hanno spiegato – hanno rifiutato lo stesso tipo di impianto considerato anche il basso ritorno occupazionale a fronte dell’alto carico di rifiuti da trattare.

L’area – hanno aggiunto-  è connotata da valori paesaggistico-ambientali di pregio come la vicinanza al fiume Sinni, l’attraversamento di un corso d’acqua pubblica, la presenza di una macchia boschiva,  la vicinanza a zone termali.

Al termine dell’incontro l’assessore Rosa ha assicurato la massima attenzione sulla questione.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*