MARCONIA. RIAPERTURA SCUOLE: GENITORI ALUNNI ISTITUTO FLACCO CHIEDONO CERTEZZA

MARCONIA.  ” In una situazione di perdurante incertezza in merito alla riapertura delle scuole in sicurezza, il prossimo 14 settembre, i rappresentanti dei genitori dell’Istituto Comprensivo Q.O. Flacco di Marconia, esprimono forte preoccupazione alimentata dalla mancanza di comunicazioni chiare e precise da parte degli Enti preposti”. Esordisce così un documento appena reso noto, sottoscritto anche dai Rappresentanti di classe della primaria “San Giovanni Bosco”di Marconia, inviata a vari organi di competenza nella imminenza della riapertura  dell’anno scolastico 2020/21, e che così prosegue: “Tutti i plessi dell’Istituto evidenziano problematiche strutturali a vari livelli. Nonostante le diverse interlocuzioni che ci risulta essere  avvenute tra il Comune di Pisticci , Ufficio Scolastico regionale e scuola, e a fronte di impegni  presi, nulla di sostanziale ci risulta essere stato realizzato. Fa specie leggere – spiega ancora la nota – in un articolo di stampa di Basilicatanet del 25 agosto, le dichiarazioni ottimistiche dell’assessore regionale Cupparo, competente in ambito scolastico, che individua solo delle criticità nella città di Matera e Policoro.  Dopo la difficile e complessa esperienza della didattica a distanza, anche per gli alunni del Flacco è cresciuta, nel tempo  l’aspettativa di una ripresa in presenza delle lezioni supportata dalle tante notizie incoraggianti  provenienti da più parti  ma, attualmente,  disattesa per la totale mancanza di informazioni certe  da parte dell’ente locale.  La scuola – si legge ancora nella nota – come afferma la nostra Costituzione, è un presidio democratico e la sua funzione fondamentale è quella di rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che impediscono il pieno sviluppo della persona. La scuola è il mezzo fondamentale per acquisire gli strumenti tesi alla emancipazione della propria condizione. E’ il modo per avere consapevolezza di sé e degli altri, per sviluppare il pensiero critico, la scuola davvero forma i cittadini del futuro.Tutto questo è possibile grazie anche alla relazione che gli insegnanti instaurano con gli alunni, un rapporto che va al di là delle nozioni, ma che si fonda sulla fiducia, la conoscenza reciproca e l’autorevolezza dell’insegnante. La possibilità di ritornare tra i banchi il prossimo 14 settembre, deve essere offerta a tutti, allo stesso modo, garantendo le condizioni necessarie in termini di sicurezza sanitaria. Per questo – continua e conclude il documento – i genitori con i propri figli, profondamente disorientati dallo stato attuale, fanno appello a tutti gli Enti coinvolti, (Comune di Pisticci con l’intero Consiglio Comunale, ANCI, Provincia, Regione, Uffici Scolastici provinciali e regionali),  affinché, senza indugi, anche per il Comprensivo Flacco di Marconia e per i suoi piccoli alunni, possano essere adottate  le migliori soluzioni possibili che garantiscano sicurezza e serenità. I rappresentanti dei genitori tornano a fare appello al primo cittadino di Pisticci affinché possa incontrare i genitori e fugare i dubbi che inevitabilmente il silenzio rischia di alimentare”.

MICHELE SELVAGGI

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*