Credibilità politica dei vecchi e dei nuovi Amministratori comunali, batti un colpo se ci sei!

Egregio dr. Albano, già vice sindaco della passata giunta Di Trani, pur ammirevole, il tuo invito rivolto all’attuale Amministrazione comunale, di rinunciare alla realizzazione di un “ecocentro” nei pressi dei campi da tennis, solo in parte appare condivisibile, sia per ragioni che attengono la tua credibilità politica, sia per le soluzioni prospettate. 

Da cittadino di questo Comune avrei voluto che questa tua sensibilità, così ben narrata nell’articolo nel quale parli della inopportunità di realizzare l’ecocentro in un’area verde prospiciente la villa Comunale, nella quale tu immagini, bucolicamente, un paesaggio popolato da amanti della natura che fruiscono delle aree pic-nic e di eventuali aree sosta, l’avessi manifestata anche nei riguardi della zona che tu, in qualità di vice Sindaco unitamente alla maggioranza della ex  amministrazione  Di Trani, nel 2016, destinasti, dissennatamente, alla realizzazione di un depuratore dei reflui fognari di Pisticci Centro.

 La inopportunità di allocare il depuratore in località “Madonna delle Grazie” trova conforto nelle identiche ragioni nelle quali, all’attualità, ti rifugi nell’articolo, con il quale inviti l’Amministrazione Verri a desistere dalla costruzione dell’ecocentro vicino la villa Comunale. Sostieni giustamente che non è il caso che si distrugga una zona verde e, soprattutto non è assolutamente ragionevole pensare di allocare tale infrastruttura in zona caratterizzata da notevole rischio idrogeologico a motivo delle caratteristiche stratigrafiche della zona, pericolosamente esposta ai fenomeni franosi. Ma tutte queste, sono anche giuste ragioni che evidenziano l’assoluta irrazionalità di costruire un nuovo depuratore dei reflui urbani in località Madonna delle Grazie, mi pongo, quindi, mutuando in parte il “discorso della montagna di Gesù”, la seguente domanda:- Se uno vede la pagliuzza nell’occhio del prossimo, sottacendo la trave che trapassa il proprio occhio, come pensa di essere percepito in termini di credibilità politica, soprattutto se ambisce a ricandidarsi in ruoli apicali alle prossime elezioni comunali, magari da Sindaco?-. 

La risposta la lascio a tutti i cittadini di Pisticci, che non sono fessi, né mai lo saranno. 

Tanto premesso, possiamo anche noi dire, riprendendo in parte la tua affermazione, che mentre Greta Thumberg gira il mondo cercando di scuotere le coscienze, immaginando un mondo migliore ed i piccoli centri come il nostro vengono valorizzati da un punto di vista paesaggistico, qui la ex giunta Di Trani, della quale tu eri Vice Sindaco, ha progettato DEPURATORI DI REFLUI FOGNARI, ovvero generatori di lezzi infernali, in una zona di grande valore ambientale e paesaggistico a poche centinaia di metri dal centro urbano”.  

Solo se i fatti seguono le parole nella stessa direzione, si è politicamente credibili perché coerenti!

Vediamo ora, per quali altre ragioni, le alternative che prospetti circa il sito del realizzando “ecocentro” non sono affatto condivisibili. 

Così come ritengo assolutamente irrazionale costruire un ecocentro nei pressi della Villa comunale, ritengo altrettanto irrazionale mettere mani presso la discarica di Feroleto, già abbondantemente devastata dall’incuria tecnica e dalla incapacità politica. 

Politica, sia del vecchio corso, che del nuovo che, se fosse all’altezza della situazione, saprebbe per esempio, che una grossa parte dei rifiuti che dovrebbe ospitare l’ecocentro, i RAEE (Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche), potrebbero trovare allocazione presso l’area a ciò destinata della SOGEMONT Srl di Pisticci Scalo, azienda specializzata nel recupero, appunto, dei Raee. È il caso di precisare che, avendo aderito al Centro di Coordinamento nazionale Raee, questa Azienda, ha maturato l’obbligo di ritirare tutti i RAEE del comune di Pisticci, a patto che, qualcuno, “Ça va sans dire” l’Amministrazione Comunale, ne faccia richiesta. A questo punto resterebbero fuori tutti gli altri rifiuti, quelli che non sono RAEE, che potrebbero con un minimo di spesa essere allocati nella zona industriale della val Basento, piuttosto che a Pisticci Centro, nei pressi della villa comunale, in zona assolutamente inidonea. 

Desidero, infine, concludere questa mia ricordando al giovane assessore Ambrosini, così come ho già avuto modo di affermare in altre occasioni, che l’Amministratore pubblico di fronte alla possibilità di spendere risorse economiche, mai debba farsi prendere dalla frenesia della spesa a tutti i costi, ma debba chiedersi innanzi tutto come allocare al meglio dette risorse, resistendo al malcostume amministrativo, che spesso antepone gli interessi materiali dei progettisti delle opere agli interessi dei cittadini, che ai fondi destinati a queste opere hanno contribuito pagando tasse e imposte. 

Francesco Di Benedetto – (Commissario cittadino del partito “Fratelli d’Italia”) –

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*