Per Craco SSI: Lettera aperta al sindaco facente funzioni

Nella mattinata del 24 agosto, noi sottoscritte ci siamo recate a Craco Vecchia, a seguito dell’incendio lì
appiccato nella notte fra venerdì e sabato, che ha gravemente danneggiato il percorso di visita del borgo.
Nel rispetto dell’ordinanza sindacale che ne ha tempestivamente interdetto l’accesso, ci siamofermate
davanti al cancello che ne delimita l’ingresso e già lì abbiamo constatato uno stato di degrado miserevole derivante da una condizione d’illegalità evidente.
L’imbrattamento di scalinate con il viscido e nero catrame è l’emblema della stagione oscura che qualcuno vuole imporre alla comunità; non meno gravi e minacciosi sono i resti animali sanguinolenti, sparsi proprio all’ingresso del percorso di visita; chiari segni di macellazione abusiva praticata molto probabilmente nei pressi e all’interno delle case abbandonate del borgo. Alla luce di quanto accaduto chiediamo al Sindaco facente funzioni d’informare noi e tutta l’opinione pubblica sulle azioni che ha attivato per scongiurare ulteriori atti criminosi contro un patrimonio che non appartiene solo alla comunità di Craco, ma che è stato dichiarato di notevole interesse pubblico e come tale è tutelato dal decreto legislativo n. 42/04 (codice dei beni culturali).
In particolare, chiediamo di conoscere se l’accaduto è stato segnalato alla Regione e alla Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio e se è stata inoltrata formale denuncia alle forze dell’ordine, compreso il
Nucleo dei Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale.
Firmato
Maristella Montemurro Candidata Sindaco “Per Craco SSI
Adriana Colacicco candidata consigliere alla sicurezza e legalità “Per Craco SSI”
Craco 25 Agosto 2020

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*