GIOVANNI D’ONOFRIO “PETTILON” CI HA LASCIATI UN GRANDE GIOCATORE DELLA LANCIA ANNI 50

Da diversi mesi non lo incontravamo più nel suo negozio di profumeria di piazza  Umberto I° e tutti chiedevano della sua salute. Ieri venerdì 21 agosto, il grande addio. Giovanni D’0nofrio, meglio conosciuto come  “Giuann Pettelon”, ha cessato di vivere  assitito amorevolmente fino all’ultimo respiro, dalla sua famiglia. Con lui se ne va un altro pezzo della gioventù sportiva – calcistica  degli anni 50. Fu la Lancia,  guidata dal presidente Michele Caruso, la  sua squadra più importante e quella che gli diede le più grandi soddisfazioni. Un undici  coriaceo,  dal gioco scintillante  che, praticamente a quei tempi,  non aveva avversari. Giovanni D’Onofrio sempre tra i migliori, grazie al suo  grande acume calcistico e alla generosità  in campo, ma anche al suo modo di  incoraggiare i compagni per tutti i 90 minuti. Tempi belli  che, per chi ha una certa età, non potrà mai dimenticare  per il grande lustro  che  i componenti di quella squadra  riuscivano a dare  e all’entusiasmo   che sapevano sprigionare contro avversari non di poco conto. Come ricorda la pagina sportiva  del Giornale d’Italia del  2 agosto 1952,  quella squadra, la Lancia si laureò campione  del girone I del Torneo di II° Divisione lucana.  In quella team,  sempre tra i migliori, proprio Giovanni D’Onofrio, un beniamino  dei tifosi della nostra città  anche quando  difendeva per diversi anni  i colori del  Pisticci. Gli sportivi  della nostra città, ma non solo quelli, lo ricorderanno come una persona  per bene, gentile verso tutti e soprattutto  ricco dell’amicizia di quanti lo volevano bene. Famosi i suoi simpatici battibecchi sportivi  di un tempo, con un suo amico del cuore ( anche lui purtroppo non c’è più) Giovanni Cerabona  ( Chiccariedd), avversario dell’Alba,   che  tifava Milan, mente lui era  un appassionato della  “Vecchia Signora ”.  Un gran bel ricordo quello di Giovanni  D’Onofrio,  in esempio di onestà, amicizia, rispetto per il prossimo e grande attaccamento alla sua Melina, i figlio Nico, Angela e Anna Lisa. I funerali oggi 22 agosto  alle ore 16 nella chiesa di Cristo Re., nel rispetto delle regole  dettate dalla emergenza sanitaria.

MICHELE SELVAGGI 

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*