A Palazzo Giannantonio MERCOLEDI 19 AGOSTO SI PRESENTA IL LIBRO DI RAFFAELE MARRA IL RAGNO E LA MOSCA

Sarà l’antica e caratteristica Corte dello storico Palazzo Giannatonio, ad ospitare, sotto le stelle, il battesimo del nuovo lavoro letterario, del nostro compaesano Raffaele Marra. Titolo dell’opera, “ Il ragno e la mosca”. Introdurrà la speciale serata, il poeta scrittore Giovanni Di Lena, Presidente della CE.C.A.M. ( Centro Cultura e Arte Magna Greci) di Marconia, una associazione che da sempre ha promosso interessanti incontri culturali nel nostro territorio. Hanno assicurato il loro intervento, il primo cittadino di Pisticci, Vivviana Verri e il Traduttore Letterario e consulente editoriale Antonio De Sortis, che dialogherà con l’autore. Sul nuovo libro, queste le notizie che sono state rese note e che sicuramente aiuteranno kin un certo senso, ad anticipare la conoscenza del contenuto letterario dell’opera. “ Simone Malanima è poco più di un bambino e vive in campagna. Tra povertà ed emarginazione, tra fredda indifferenza e disagio sociale, la sua famiglia porta ancora i segni di un passato tragico, Un giorno però, il suo rapporto con il padre sembra improvvisamente rinsaldarsi. Avviene quando l’uomo gli chiede in segreto di aiutarlo in una impresa difficile che potrebbe ristabilire le sorti economiche della famiglia: il rapimento di un uomo. Così Simone diventa il carceriere di uno sconosciuto e durante i giorni della prigionia impara a riflettere sul presente e sul passato. Con lo scandire imperterrito dei giorni, le domande si fanno sempre più pressanti: chi è i realtà l’uomo tenuto nascosto nella botola sotto la rimessa? Cosa gli nasconde suo padre? Di chi può fidarsi davvero ? Cosa è accaduto nel passato alla sua famiglia ? Quale è il momento esatto in cui il piccolo Simone, infine, diventa grande ? “. Insomma, una storia tutta da gustare e da scoprire . fino all’ultima pagina dell’ultimo capitolo, attraverso la piacevole lettura che ci offre Raffaele. L’appuntamento è per le ore 19,00 di mercoledì 19 agosto 2020.

MICHELE SELVAGGI

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*