GINOSA. RENDICONTO 2019 APPROVATO IN CONSIGLIO COMUNALE: NOTA STAMPA ASS. GIGANTE

Oggi 21 luglio 2020 è stato approvato anche in sede di Consiglio Comunale il Rendiconto 2019.

Per prima cosa, è importante sottolineare che il parere dei Revisori dei Conti è POSITIVO e contiene solo qualche suggerimento utile per continuare l’azione già intrapresa dall’Amministrazione.

Ciò denota che quanto indicato nelle prescrizioni ai Bilanci dalla Corte dei Conti e dall’Organo di Revisione negli anni pregressi, è stato osservato dall’Ente. I Revisori, mettendo in evidenza le differenze con l’anno precedente, chiedono di continuare con l’opera di risanamento, già visibile dalle cifre del 2019.

Riassumiamo molto brevemente i contenuti essenziali:

1)Il saldo di cassa è positivo e ammonta a euro 178.038;

2)I residui attivi sono di euro 35.400.000 circa (gli stessi sono di importo consistente come gli anni precedenti, ma risentono del blocco delle riscossioni determinate dal Covid-19, che ha sospeso le procedure di riscossione – gli avvisi di accertamento e le ingiunzioni erano in scadenza a marzo 2020 – ). E, comunque, rivengono in larga scala da annualità pregresse;

3)I residui passivi sono di euro 19.900.000 circa (in netta diminuzione rispetto al 2018);

4)L’Avanzo di Amministrazione cresce fortemente a euro 15.700.000 circa rispetto ai 10.800.000 dell’anno scorso (aumento del 45% annuo);

5)Gli accantonamenti in bilancio sono di circa 14.500.000 (quasi esclusivamente per fondi a copertura dei crediti di dubbia esigibilità per finalità di prudenza);

6)I vincoli in bilancio sono di circa 3.800.000 (di cui 3.200.000 già in corso di svincolo per l’inizio delle opere di asfalto del centro abitato);

7)Il disavanzo da ripianare in 15 anni è di soli euro 2.670.621 (rata da 178.000 annua a partire dal 2021) rispetto al disavanzo tecnico del fondo di euro 5.683.000 (quindi recuperati euro 3.000.000 circa di disavanzo negli ultimi 12 mesi di gestione dell’Ente);

8)I Debiti Fuori Bilancio sono molto ridotti (euro 52.000 circa) rispetto al 2018 (euro 503.000 circa) e al 2017 (euro 255.000 circa);

9)I parametri di deficitarietà strutturale SONO TUTTI POSITIVI al contrario degli anni precedenti, quando ad ogni rendiconto o bilancio erano presenti almeno DUE INDICI OLTRE SOGLIA (e quindi una situazione di PRE-DISSESTO con conseguente impossibilità di spendere liberamente le risorse);

10)Le passività potenziali sono di circa 3.300.000 ma il fondo accantonato è di euro 500.000 per la loro copertura rispetto ai 345.000 dell’anno scorso;

11)L’anticipazione di tesoreria (al 30 giugno 2020 NON UTILIZZATA) ha avuto un utilizzo massimo nel 2019 più basso rispetto al passato (solo 2.659.000 circa rispetto al valore accordato di 4.250.000) solo il 10,50% di utilizzo medio;

12)Non è stata richiesta l’anticipazione di liquidità perchè i debiti al 31/12/2019 erano stati quasi tutti pagati (e anche molti di quelli al 30 aprile 2020);

13)I tempi di pagamento si sono ridotti ulteriormente a 107 giorni rispetto ai 109 giorni del 2018 e ai 142 giorni del 2017, tenendo presente che dalla determina di liquidazione attualmente decorrono circa 40 giorni per il pagamento;

14)L’equilibrio di bilancio (ex patto di stabilità) è positivo per euro 409.603 e il disavanzo complessivo di circa 6.500.000 è stato NEUTRALIZZATO dall’aumento netto dell’avanzo e dalla diminuzione dei residui passivi;

15)Di fatto rispetto al periodo di luglio 2018 (quando ogni giorno venivano in Ragioneria numerosi creditori a chiedere il pagamento delle fatture) la situazione è nettamente cambiata in positivo per i dati oggettivi già descritti (fatture pagate con netto anticipo rispetto al passato);

16)nel 2019 sono state pagate con le risorse comunali circa euro 11.400.000 di fatture passive con circa 3.000 mandati di pagamento;

17)dal 2016 al 2019 l’avanzo si e’ piu’ che triplicato passando da euro 4.700.000 a euro 15.700.000 (335% di aumento);

18)L’indebitamento è sceso ancora rispetto al passato, precisamente dal 1,70% del 2018 al 1,16% del 2019;

19)L’indice del debito procapite e’ di soli 0,23 rispetto ai 0,34 del 2018 (meno 32%).

I risultati del Rendiconto 2019 sono il chiaro segno che l’Amministrazione sta realizzando l’obiettivo più importante: il risanamento, che è la base per realizzare qualsiasi investimento nel territorio. Senza un Bilancio sano, nessun Comune può dare servizi e realizzare opere per la comunità.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*