Questura di Taranto: arresto di un ventiduenne di Grottaglie

Si conclude con l’arresto, in esecuzione di un’ordinanza di applicazione della misura della custodia cautelare in carcere, la vicenda di un giovane grottagliese di 22 anni, responsabile del reato di maltrattamenti in famiglia. Anni di violenze, iniziate quando il giovane era poco più che un bambino, e che si sono protratte per circa dieci anni. Ha sempre prevalso la volontà di tutelare quel ragazzo e il pudore di raccontare quello che accadeva all’interno delle mura domestiche.Ma gli episodi di violenza divengono via via più pesanti e la situazione è ormai insostenibile – in un’occasione è stata inevitabile la necessità di dover ricorrere alle cure del Pronto Soccorso – e, così, l’esasperazione spinge i familiari, nello scorso mese di maggio, a rivolgersi al Commissariato di P.S. di Grottaglie per chiedere aiuto.Innumerevoli gli episodi di violenza – ricostruiti dai poliziotti del Commissariato – che avevano fatti piombare i congiunti in un clima di vero e proprio terrore, come testimoniato dal fatto che, temendo per la propria incolumità fisica, erano anche arrivati al punto di chiudersi a chiave all’interno delle proprie stanze.La meticolosa attività di indagine dei poliziotti del Commissariato di Grottaglie ha permesso di fornire all’Autorità Giudiziaria un pesantissimo quadro indiziario a carico del giovane che ha portato all’emissione della misura restrittiva.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*