Le mascherine della Pro Loco di Bernalda per l’iniziativa “il rifiuto torna in vita per tutelare la vita”

Una giornata di solidarietà quella organizzata dall’associazione Pro Loco di Bernalda nell’ambito del progetto Egrib (Ente di governo per i rifiuti e le risorse idriche della Regione Basilicata) denominato “il rifiuto torna in vita per tutelare la vita”.Un progetto finalizzato alla sensibilizzazione e tutela ambientale che dal rifiuto crea una risorsa, operando nell’ambito dell’economia circolare, argomento dove l’Egrib è impegnato attraverso attività formative in tutti i comuni della Basilicata. Si è provveduto a distribuire mascherine comunitarie realizzate con materiali destinati a diventare rifiuto. Lenzuola, vecchie camicie e altri tessuti sono stati sapientemente recuperati dalle sarte della Pro Loco che hanno gestito anche la distribuzione e la raccolta fondi. I cittadini in cambio della mascherina hanno lasciato un’offerta libera, come contributo da devolvere alle associazioni di volontariato e protezione civile per svolgere attività nell’ambito di attività di utilità sociale.Le mascherine create dalle sarte con l’Associazione Pro Loco hanno visto il sostegno del Comune di Bernalda e quello dell’EGRIB, dimostrando come dal rifiuto si può creare una risorsa.L’iniziativa ha catturato l’attenzione delle associazioni Orto Sociale Italia e Ambiente e/è Vita Basilicata che, per premiare l’impegno sociale delle sarte, doneranno all’Amministrazione Comunale l’Albero della Vita. Una pianta d’ulivo simbolo di pace e di rigenerazione, dopo la distruzione operata dal diluvio la terra tornava a fiorire. L’Albero della Vita, insieme ad altre piante officinali, sarà piantumato alla riapertura delle scuole.


ORTO SOCIALEassociazione per il diritto al cibo sano e giustoAssociation for the right to a just and healthy food
www.agrieducational.it

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*