Presentazione stampa diciassettesima edizione Argojazz 2020

Dal primo agosto al 22 agosto  si terrà l’edizione numero diciassette di Argojazz il festival internazionale ideato e diretto da Marilinda Nettis, Loredana Calabrese e Felice Casucci  sarà un’edizione del tutto particolare, dedicando  la rassegna a Federico Fellini caratterizzata dal titolo “Fellini e la musica”. Farà i conti con il coronavirus, ma sarà un ponte verso la voglia di musica e di rinascita tra la Basilicata e le varie regioni d’Italia.

Neanche il lockdown ha fermato I direttori artistici che nei giorni del confinamento non hanno mai fermato la macchina organizzativa, preparando un cartellone per il  festival . “Speriamo che Argojazz lanci un messaggio molto chiaro in Basilicata siamo  stati tra i primi a fare una conferenza stampa, a presentare un cartellone non di ripiego, ben nutrito, bello, ricco come sempre. C’è una contrazione a ventidue giorni , rispetto ai due mesi delle scorse edizioni , d’altra parte non possiamo pensare che il Coronavirus non lasci dei segni anche sui flussi turistici e musicali.

Come sempre il fulcro dei concerti sarà il porto degli Argonauti ma alcuni ci saranno  anche  nel  bosco , sulle rive dei fiume , sulla splendida spiaggia di Macchia tutti allestiti nella massima sicurezza. Il Jazz è una musica che insita in se stessa l’idea dell’adattamento, della capacità di guardarsi intorno e di proporre progetti che siano giusti e funzionali , questa musica ha la capacità di relazionarsi con il presente usa  lo strumento dell’improvvisazione, vanta una visione peculiare che ci consentirà di rispettare le norme e poi il pubblico del jazz è estremamente responsabile, fatto di persone che vogliono quella cosa, la cercano, la scelgono. Anche per questo credo che la ripartenza di Argojazz sarà più semplice.

Come sempre anche questa diciassettesima edizione sarà anche danza, cinema e poesia : queste le coordinate lungo le quali si cimenterà  l’appuntamento tra i più attesi dell’area Jonica della conca d’oro.

Il direttore artistico

Felice Casucci 

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*