L’ANCRI, DA SEMPRE PER LA LEGALITA’

Non può esistere uno Stato democratico senza legalità.Percorrere la strada della legalità per la Sezione di Matera/Policoro dell’ANCRI (Associazione Nazionale Insigniti dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana), è risorsa primaria per migliorare la qualità di vita di ogni singolo individuo integrato nella collettività. Integrarsi, partecipare e condividere con legalità, equivale a rispettare i presupposti di un ordinamento democratico a garanzia dei diritti fondamentali, per una convivenza civile e attiva. Per l’ANCRI i dritti dell’uomo tutelati dalla Costituzione, possono essere garantiti solo attraverso il rispetto delle norme, contribuendo a concretizzare un’organizzazione economica, politica e sociale di uno Stato democratico.L’educazione alla legalità e alla responsabilità civile è il mezzo più efficace per contrastare la violenza e la corruzione che costantemente minaccia la convivenza civile e responsabile di ogni singolo individuo.Intervenire è necessario, l’illegalità va sradicare alla radice. Non è solo compito della scuola, degli insegnanti o di coloro che hanno la funzione di formare. Educare alla responsabilità sociale, al rispetto delle norme, è dovere di tutti. È un cammino che necessariamente la collettività deve percorrere per migliorare il vivere sociale. La mancata percezione e consapevolezza di ogni nostra azione scorretta, violando le norme che disciplinano il vivere sociale, si ripercuote nella collettività e di conseguenza in colui che ne è autore. È necessario sviluppare un senso civico di appartenenza ad una comunità e di rispetto delle regole di convivenza. L’illegalità è una ferita profonda in noi italiani che continuamente si rinnova. Tanti gli uomini, gli eroi che hanno perso la vita lottando contro le mafie, il crimine, per difendere la legalità, lo Stato, tutelando la collettività. Il sacrificio deve essere ricordato per scuotere la coscienza civile di noi italiani, per potenziare e condividere il significato e il valore della democrazia.Mai abbassare la guardia, l’educazione alla legalità attraverso idonea formazione ai giovani, agli adulti, in sinergia con le istituzioni, deve essere un progetto protratto nel tempo, finalizzato a tenera alta l’attenzione al senso di responsabilità di ogni singolo per la collettività, per avere così uno spiccato senso del “noi”. Per combattere l’illegalità diffusa e raggiungere l’obbiettivo di una collettività sicura, è necessaria la partecipazione attiva dell’intera cittadinanza e il contributo delle istituzioni. Obbiettivi primari per il benessere della collettività devono essere la sicurezza, la giustizia e la legalità. Valori che la Costituzione tutela ponendo al centro dei benefici la persona.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*