CEFOLA (UILTRASPORTI) – Ripresa produttiva a pieno regime in aree industriali.

E’ iniziata, oggi, la piena attività lavorativa nelle aree industriali della regione Basilicata e sembra che non ci siano stati problemi per i servizi effettuati.

Nella riunione tenutasi ieri con l’Assessore ai Trasporti, a cui va riconosciuta la costanza nel convocare il tavolo con  le Provincie, Segreterie regionali sindacali confederali e Segreterie regionali sindacali dei Trasporti, è risultato assente il Co.tr.AB.

Il Dirigente dell’Ufficio Trasporti ha comunicato in via telematica la bozza con divieto di diffusione, inviata da Co.tr.AB, da cui abbiamo preso visione degli interventi di potenziamento previsti su tutte le linee dirette a S. Nicola di Melfi  implementate in riferimento alle medie delle frequentazioni dell’anno 2018.

Abbiamo fortemente contestato l’assenza del Consorzio a cui – dice il segretario Uiltrasporti Antonio Cefola – avremmo dovuto rivolgere domande sull’applicazione dei DPCM a riguardo della sicurezza per i lavoratori e per i viaggiatori e se tutte le associate avrebbero rispettato quanto previsto  nella puntuale e precisa Ordinanza n° 22 del Presidente della Regione.

L’Assessore ha garantito la riattivazione dei servizi aggiuntivi richiesti dalle OOSS nella scorsa riunione corrispondenti alle linee Ferrandina-Pisticci-Viggiano Zona Industriale, Irsina-S.Nicola di Melfi-Crob Rionero, Avigliano-S. Nicola di Melfi, Lagopesole-S. Nicola di Melfi, Potenza-Viggiano(Centro oli), Paterno/Galaino-Viggiano(Centro Oli) e ha sottolineato di essere intervenuta sul Consorzio per la riattivazione anche delle linee Nova Siri-Anic, Pisticci-Marconia-Policoro (lavoratori agricoli), Bernalda-Tinchi (Ospedale specie per i dializzati).

Considerata l’impossibilità di proseguire la riunione, le segreterie Sindacali regionali hanno chiesto di far convocare il tavolo da S.E. il  Prefetto di Potenza con l’obbligo di presenza del Co.tr.AB

Intanto questa mattina – riferisce Cefola – ho presenziato  le fermate dei bus e la stazione di Rionero in Vulture dalle ore 5,00 alle ore 8,00 per verificare eventuali criticità.

La frequenza è stata bassissima e l’affluenza dei viaggiatori è avvenuta nella norma senza creare confusione.

I bus relativi alla linea n. 179 Filiano-Atella-Rionero-Bella-S.Fele-Barile-S. Nicola di Melfi è stata potenziata così come previsto nella Bozza con divieto proiettata in sede di riunione. Tutti i Bus erano corredati da cartelli indicativi su cui si riporta il divieto di sedersi.

Il traffico Ferroviario è stato anch’esso interessato da una bassa frequenza e tutto il materiale rotabile è stato dotato di appropriati adesivi nel rispetto delle indicazioni emanate dai DPCM con particolare attenzione al distanziamento sociale e alla precisa indicazione dei posti disponibili e delle porte di entrata e discesa.

Rimane aperta la discussione- conclude Cefola – sull’utilizzo delle porte dei bus e della posizione dell’obliteratrice messa a distanza inferiore al metro previsto dal conducente.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*