Tpl: Uiltrasporti su riunione con Regione, Province e Co.tr.AB.

Si è tenuta in data odierna la riunione fissata nella scorsa videoconferenza per prendere visione delle frequentazioni, del programma del TPL e delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 da parte di tutte le aziende associate del Co.tr.AB. che effettuano il servizio di trasporto verso tutte le aree industriali con particolare attenzione all’area di S. Nicoladi Melfi, con la ripresa produttiva a partire dal 21 maggio.

Prendiamo atto che nell’Ordinanza del Presidente Bardi n° 22 del 17 maggio u.s. – ha sottolineato il segretario della Uiltrasporti Antonio Cefola – sono stati inclusi i servizi aggiuntivi richiesti dalle OOSS nella scorsa riunione corrispondenti alle linee Ferrandina-Pisticci-Viggiano Zona Industriale, Irsina-S.Nicola di Melfi-Crob Rionero, Avigliano-S. Nicola di Melfi, Lagopesole-S. Nicola di Melfi, Potenza-Viggiano(Centro oli), Paterno/Galaino-Viggiano(Centro Oli). A tal proposito abbiamo chiesto che si riattivino anche le linee Nova Siri-Anic, Pisticci-Marconia-Policoro (lavoratori agricoli), Bernalda-Tinchi (Ospedale specie per i dializzati).

Il programma presentato da Co.tr.AB è stato implementato partendo dalle medie di viaggiatori per corsa rilevati nel 2018 che verranno potenziate al bisogno dell’esubero dei posti disponibili per il distanziamento sociale.

Abbiamo sottolineato l’importanza di costituzione della Cabina di regia che sarà subito ufficializzata con la partecipazione dell’Assessorato ai trasporti, le Provincie, F.S., F.A.L., Segreterie regionali sindacali confederali e Segreterie regionali sindacali dei Trasporti per monitorare continuamente la mobilità e le criticità che si verificheranno.

Il tema principale messo in discussione è stato quello della sicurezza per i lavoratori e per i viaggiatori. A tal proposito abbiamo puntualizzato con forza che siano rispettate tutte le norme cogenti dettate dai DPCM e dalle Ordinanze del Presidente della regione e che siano verificate eventuali inadempienze e denunciate agli organi competenti.

Inoltre abbiamo proposto, che oltre al coinvolgimento delle Forze dell’Ordine, siano coinvolti anche tutti i Sindaci in cui sono previste le fermate intermedie in modo da garantire la presenza della Polizia locale per assicurare in normale afflusso e l’incolumità dei conducenti.

Sarebbe auspicabile, in questo particolare momento e considerata la massima attenzione messa in atto da tutti i soggetti interessati al TPL verso l’area industriale di S. Nicola di Melfi, che anche FCA possa intervenire a supporto del pendolarismo dei propri dipendenti con incentivi sui costi della mobilità e  eventuale organizzazione di diversificazione dei turni di lavoro.

La pandemia, ce lo ripetiamo da tempo, può essere una straordinaria opportunità per scardinare rendite di posizione, fallimenti di mercato, ingiustizie economiche e sociali.

Abbiamo convenuto di aggiornarci nella giornata di mercoledi 20 ore 18,30 e di verificare subito dopo l’avvio del servizio del 21 maggio p.v. tutte le criticità che si presenteranno.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*