Amabili Confini Edizione 2020 in streaming:anteprima con Nadia Terranova

Sul tema “parole” si apre ufficialmente sabato 9 maggio la quinta edizione del progetto di rigenerazione sociale Amabili Confini. Ospite di questa anteprima sarà la scrittrice Nadia Terranova, intervistata da Maria Rosaria Salvatore. L’incontro si terrà alle 18.30 in streaming sulla pagina facebook dell’associazione Amabili Confini. L’autrice messinese è laureata in filosofia, dottorata in storia moderna e vive a Roma. Collabora con diverse testate tra cui Repubblica, Internazionale e il Foglio, è docente alla Scuola del libro di Roma ed è fra gli autori di Pascal su Radio Due Rai. Per ragazzi ha pubblicato Caro diario ti scrivo… (Sonda, 2011, segnalato al Premio Elsa Morante Ragazzi, vincitore del Premio Mariele Ventre); Bruno il bambino che imparò a volare (Orecchio Acerbo, 2012, Premio Napoli, Premio Laura Orvieto, tradotto in Spagna, Messico, Polonia e Lituania); Storia d’agosto, di Agata e d’inchiostro (Sonda, 2012); Le mille e una notte (la Nuova Frontiera jr, 2013); Le nuvole per terra (Einaudi Ragazzi, 2015, selezionato al Premio Bancarellino), Casca il mondo (Oscar Primi Junior, Mondadori, finalista al Premio Cento e al Premio Gigante delle Langhe). Del 2015 è il suo romanzo d’esordio Gli anni al contrario (Einaudi Stile Libero, 2015 e poi Einaudi Super ET, 2016; vincitore dei premi Brancati, Fiesole, Grotte della Gurfa, Bagutta Opera Prima, Viadana e Viadana Giovani, Bergamo, Adotta un esordiente, Premio Narrativa Anni di Piombo Luigi Di Rosa e del premio italo-americano The Bridge Award per la narrativa, tradotto in Francia e in corso di traduzione negli USA). Nel 2018 è stato pubblicato il romanzo Addio fantasmi (Einaudi), nella cinquina dei libri finalisti al Premio Strega 2019. Il suo nuovo romanzo è Come una storia d’amore (Giulio Perrone editore). La rassegna Amabili Confini proseguirà tutti i giorni da lunedì 11 a domenica 17 maggio, con gli scrittori Christian Raimo, Vera Gheno, Chiara Valerio, Alberto Garlini, Fuani Marino, Andrea Pomella e Maurizio De Giovanni.Il calendario degli incontri “virtuali”, consultabile su www.amabiliconfini.it, è articolato in rubriche dedicate al dialogo con gli scrittori ospiti, con gli autori dei testi selezionati, con i gruppi di lettura, con gli studenti del Liceo Classico “E. Duni” di Matera e con i partner, a cui potrà partecipare anche il pubblico da casa mediante messaggi.Anche quest’anno Amabili Confini ha potuto confidare nella collaborazione di alcune associazioni attive nei territori limitrofi: Culture in Movimento di Miglionico, Pensiero attivo di Ferrandina e Movimento culturale Spiragli di Altamura. Come sempre, verranno confermate le sezioni Fuori zona, per i testi provenienti da altri Comuni e Regioni italiane, e Periferie sociali, per dare voce ai migranti dei centri di accoglienza e ai detenuti della Casa Circondariale di Matera. Ulteriori momenti di approfondimento saranno riservati alla sezione Amabili Versi, in collaborazione con l’associazione Matera Poesia 1995 e dedicata ai componimenti poetici ispirati al tema di questa edizione.Come per le edizioni precedenti, al termine della rassegna tutti i testi pervenuti saranno inseriti in un’accurata antologia e pubblicati on line sul sito di Amabili Confini. Il progetto non usufruisce di finanziamenti pubblici ma si avvale del sostegno di partner privati.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*