BUONA FESTA DEI LAVORATORI

 

Le categorie di persone che in questi mesi hanno tenuto in piedi il paese sono diverse: medici, infermieri, forze dell’ordine, pubblici dipendenti, operatori ecologici, ma anche gli addetti alla vendita, agricoltori.

Uomini e donne che sin da marzo non hanno mai smesso di lavorare e rimanere in prima linea per salvaguardare la nostra salute e garantire i servizi essenziali.

In uno dei momenti più tristi della nostra storia, hanno fatto funzionare il “sistema Paese”.

L’1 maggio è questo!

E in occasione della Festa dei Lavoratori, vorrei che il pensiero di tutti andasse a loro che, mettendo a repentaglio la propria incolumità e quella della propria famiglia nel momento in cui fanno ritorno a casa, tutelano la nostra.

Molti non dormono nemmeno più presso le rispettive abitazioni per garantire la sicurezza di moglie e figli.

A loro deve ancora una volta andare il nostro più sentito ringraziamento, ma non credo che basti.

Ritengo che sarà necessario prendere delle decisioni importanti per remunerare adeguatamente queste persone e tutelarli con degli orari idonei.

Personalmente, ad esempio,  penso che la domenica debba essere un giorno di riposo, da dedicare a se stessi e alle persone a cui si tiene di più.

Un’importante riflessione va fatta sul Reddito di Cittadinanza, che ha permesso in un momento come questo di aiutare milioni di italiani.
Esso andrebbe sicuramente potenziato e adeguato alla situazione attuale.

Ci sono delle opportunità dovute alla “rivoluzione digitale” da cogliere per dare delle risposte concrete.
Il “lavoro agile” è uno dei tanti strumenti da utilizzare.

Infine per il Meridione credo che sarà necessario sfruttare le opportunità dei tanti ragazzi che sono rientrati a casa, probabilmente perchè si sentivano più a sicuro qui, ma che lavoravano al nord Italia o all’estero. Sono portatori di conoscenze necessarie e importanti per il rilanciare i nostri territori.
Serve coraggio, ma questi cambiamenti saranno necessari per la ripartenza.

Io sono fiducioso. 

Ginosa e Marina di Ginosa ripartiranno, l’Italia ripartirà.

Buona Festa dei Lavoratori!

Il Sindaco di Ginosa

Vito Parisi

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*