Matera: “La mostra possibile tra impossibili mostre”

Dal 20 Aprile al 4 Maggio 2020

presso condominio di Via Gobetti 11 – Matera

“La mostra possibile tra impossibili mostre”

La prima mostra personale in un condominio

Domenico Dell’Osso in questo tempo di chiusura e limitazione del vivere comune e anche dell’arte reinventa spazi e pubblico e trova nuova collocazione alla sua creatività ampliando il confine al di là di quella porta spesso varcata dai soli addetti al settore e appassionati delle sue opere. La limitazione diventa per lui possibilità di condivisione delle sfumature più ironiche della realtà, che attraverso la matita riesce a liberare e descrivere nei suoi disegni, allestendo una mostra tra un pianerottolo e l’altro del suo condominio. Lo stupore è inatteso per il suo nuovo pubblico ma anche per lo stesso artista che si meraviglia del calore e della gratitudine che l’insolito allestimento suscita in un condominio fino a poco prima di estranei all’arte e di perfetti sconosciuti ma che inaspettatamente, in un momento di forti cambiamenti…, diventa familiare e fornisce l’occasione per guardare al futuro da prospettive assolutamente differenti per liberarsi del possibile e far spazio all’impossibile.

Dell’Osso – Biografia ridotta

Artista italiano, definito dalla critica, capostipite del pop surrealismo italiano, celebre anche per essere stato selezionato per le finali dei più importanti premi nazionali come: Premio Arte Laguna, Premio Ceres, Premio Terna, Premio Open- Venezia, Premio Dalla Zorza, Premio Combat Prize… e inoltre per aver vinto il Premio Arte Mondadori, il Premio Celeste, il Premio Pio Alferano, il Premio Zuanazzi…

È uno degli artisti italiani più apprezzati nel mondo dello spettacolo, del cinema e della musica.

Oltre all’ABI (Associazione Bancaria Itaiana), molte le aziende con cui ha collaborato, tra cui: Universal Music, Decca Music Group Limited Londra, Ceres, Mondadori, Costa Crociere, Terna, Frankie Garage…

Ad oggi, tra collettive e personali, ha effettuato più di 40 mostre su tutto il territorio nazionale. Oltre che in gallerie private, le sue opere, sono state esposte anche presso l’Arsenale di Venezia, Pratt Institute The Rubelle and Norman Schafler Gallery – New York,  il Museo Mambo- Bologna, Museo Madre- Napoli, Centro Pecci- Prato, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo- Torino, Palazzo della Permanente- Milano, Spazio Oberdan- Milano, Teatro dal Verme- Milano, Museo Fondazione Luciana Matalon- Milano, Palazzo dei Congressi- Roma, Fondazione Cini- Venezia, Centro congressi Roma eventi, ex Convento dei Teatini- Lecce, Arte Fiera- Bologna, Arte Padova, Art Verona, Miart, Artissima…

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*