Buoni spesa, chiusi i termini per le istanze: 2745 domande presentate, 1643 valutate e 400 buoni spesa autorizzati. Priorità ai senza reddito

Sono 2745 le domande presentate per usufruire del buono spesa alimentare da nuclei familiari in difficoltà per il perdurare dell’emergenza da coronavirus. 1643 sono state già valutate dagli uffici e 400 sono i bonus autorizzati ed erogati, per una somma complessiva di circa 190mila euro sui 394mila che costituiscono il fondo destinato al Comune di Matera dall’Ordinanza del Capo della protezione civile del 29 marzo 2020.

Ieri la chiusura del termine di presentazione delle istanze. Nei prossimi giorni sarà ultimata la fase di valutazione delle richieste che vengono classificate in ordine di priorità, dando precedenza a quelle provenienti da nuclei familiari privi di qualsiasi forma di reddito o di sostentamento. In una seconda fase si provvederà ad accogliere anche le domande delle famiglie e dei singoli che dispongono di un reddito o di forme di sostentamento che risultano essere insufficienti per il soddisfacimento dei bisogni essenziali.

“Contiamo con i fondi a nostra disposizione – spiega l’assessore Marilena Antonicelli – di soddisfare completamente le richieste dei cittadini in difficoltà della prima fascia di priorità. Con le somme restanti avvieremo l’erogazione dei bonus per i nuclei familiari con redditi insufficienti. Entro pochi giorni saremo in grado anche di comprendere l’entità di un eventuale contributo aggiuntivo del Comune che potrebbe essere stanziato dopo l’approvazione del bilancio consuntivo che è all’attenzione della commissione consiliare competente e che dovrebbe approdare in consiglio comunale in tempi ragionevolmente brevi”.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*