Naspi, Spera (Ugl): “Governo intervenga sulla proroga di 12 mesi”.

“L’emergenza sanitaria nazionale ormai ha prodotto oltre che sofferenze e panico, una indiscutibile situazione economica/sociale seconda solo alle azioni nefaste del secondo conflitto mondiale: intere classi sociali, in primis quelle meno abbienti, ora disperati per la mancanza del lavoro e della situazione economica disastrosa, mettono in evidenza la drammaticità di  intere famiglie, con ex lavoratrici e lavoratori ormai prossimi al reddito ‘zero’ per la imminente scadenza del sussidio dell’indennità mensile di disoccupazione, quale unica fonte di reddito per far fronte alle necessità e  ai pagamenti della quotidianità. Queste persone ‘invisibili’ alle aziende, proprio ora che il mondo del lavoro è fermo, sono  impossibilitati nella ricerca di una nuova occupazione: l’Ugl, crede  fermamente che il governo debba dare un giusto segnale di sostegno al reddito, fornendo a tutti questi lavoratori e padri di famiglia soprattutto in questo momento di grande difficoltà”.

Lo dichiara il segretario nazionale dell’Ugl metalmeccanici, Antonio Spera  proponendo, “una proroga al sussidio della Naspi per almeno altri 12 mesi, con una maggiore attenzione in particolar modo a coloro i quali sono a maggior rischio dagli over 40, lavoratori un tempo occupati rimasti oggi con figli e magari con anziani e disabili da sostenere, soprattutto con un minimo reddito che possa consentire loro di poter respirare un po’ più a lungo proprio in questo periodo di grandi timori e incertezze. La federazione nazionale dell’Ugl metalmeccanici – aggiunge Spera -, già da tempo in collaborazione con i vari comitati spontanei nati sul territorio nazionale che sostengono questa giusta causa, esprime impegno sindacale e di rappresentanza nelle sedi governative, regionali e territoriali, affinché possa esserci un risultato positivo di ‘buon senso’ civico e morale per tutti coloro oggi restati invisibili nella nostra società: a loro và riconosciuta la giusta dignità e serenità di cui hanno pieno diritto. È il momento di agire, di aiutare gli ultimi, coloro i quali oggi più che mai sono senza lavoro, senza tutele e prossimi alla povertà assoluta. A tal proposito – conclude il leader Ugl metalmeccanici, Spera – chiediamo al governo un impegno di finanziare la proroga della Naspi per altri 12 mesi, perché con le vite di intere famiglie non sono ammessi indugi o tentennamenti di sorta”.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*