Distanti ma uniti, il progetto online del comitato potentino

È passato quasi un mese da quando, con la chiusura di scuole e palestre, anche le attività del CSI di Potenza si sono fermate. È un momento di grave emergenza sanitaria, in cui bisogna restare in casa affinché si possa fermare l’onda dei contagi, affinchè ci si possa riappropriare della libertà e ritornare alla normalità. Prudenza prima di tutto, e rispetto delle regole imposte dai DPCM.

All’improvviso ci siamo sentiti tutti più fragili, persi. Questo virus, infatti, porta con se diversi effetti, tra questi, l’isolamento, la separazione, l’allontanamento.

A soffrirne di più, in questo momento, sono sicuramente bambini e ragazzi, reclusi in casa senza la minima possibilità di uscire, di giocare e di divertirsi.

Per noi del CSI, animati dalla fede cristiana, questo è anche il tempo per seminare SPERANZA. È con questo spirito, che nasce l’idea del progetto da realizzare online #ilcsinonmilasciasolo.

Con forza e coraggio vogliamo far sentire ai ragazzi coinvolti nei progetti curriculari, con l’approvazione e per il tramite dell’Istituzione Scolastica secondo modalità che andremo a concordare, tutta la nostra passione educativa e ritrovare il senso più vero dello stare insieme anche a distanza.

I nostri istruttori realizzeranno ogni settimana, a partire da lunedì 6 aprile, dei video ricreativi, dei tutorial sportivi, dei giochi da fare insieme.

I ragazzi dovranno solo divertirsi, giocare e, se lo vorranno, realizzare le cose che gli verranno proposte, e girare un piccolo video per condividere insieme a noi le attività.

L’unico obiettivo che il Comitato si pone è quello di far sorridere e non far sentire troppo soli i ragazzi. Testimoniando per quello che il momento ci consente, comunque la nostra vicinanza e la nostra passione per lo sport.

Guardiamo al presente con fiducia e dimostriamo di essere tutti insieme una squadra vincente. Oggi “vincere” vuol dire aiutarci reciprocamente e non lasciare nessuno da solo a vivere il peso di questo momento così buio.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*