CIS Matera, prosegue la realizzazione degli interventi affidati a Invitalia. Il Sindaco: il virus non arresta i motori della città

Le novità riguardano la bonifica della discarica di La Martella, il Parco della storia dell’uomo e la riqualificazione di alcune aree urbane.

Prosegue la realizzazione degli interventi affidati ad Invitalia nell’ambito del Contratto Istituzionale di Sviluppo (CIS). Il lavoro degli uffici comunali e di quelli di Invitalia non si è fermato durante l’emergenza e si programmano le attività per ripartire in maniera spedita quando sarà cessata l’emergenza COVID-19

Il Commissario ad acta ha approvato il progetto definitivo degli interventi ambientali urgenti per la bonifica della discarica di La Martella.

I lavori, del valore complessivo di 11,5 milioni di euro, consentiranno di adeguare la discarica alle prescrizioni AIA e VIA e, di conseguenza, a superare le condizioni che hanno determinato l’avvio della Procedura di infrazione da parte dell’Unione Europea.

Nelle prossime settimane verrà sviluppato il progetto esecutivo per l’appalto dei lavori che inizieranno in autunno e che riguarderanno gli interventi più urgenti.

Nella prima settimana di marzo sono stati perfezionati i contratti d’appalto per i primi due interventi del Parco della storia dell’Uomo. 

Riguardano il parco della “Preistoria”, finalizzato alla realizzazione di un’area archeologica didattico-sperimentale che prevede la riqualificazione e l’utilizzo degli spazi della Masseria Radogna, e quello della “Civiltà rupestre”, rivolto al recupero, al restauro e alla valorizzazione delle chiese rupestri.

L’importo dei due contratti è di circa 335.000 euro per l’intervento “Preistoria” e 1.325.000 per quello “Civiltà rupestre”.

La consegna dei cantieri è già avvenuta ma i lavori sono stati sospesi a seguito degli interventi del Governo per l’emergenza coronavirus. Ripartiranno non appena sarà di nuovo consentito e avranno una durata di circa sette mesi.

Lavori in rampa di lancio anche per il Parco della Civiltà contadina e per quello della Città delle Stelle.

Il “Parco della storia dell’Uomo” e’ una rete di parchi tematici che raccontano l’evoluzione umana attraverso i luoghi di una delle città più antiche del mondo e che vive ininterrottamente da oltre 8mila anni. Dal Neolitico all’osservazione dello Spazio, Matera conterrà la storia e la racconterà ai visitatori attraverso ricostruzioni multimediali e narrative per permettere a chi arriva in città non solo di vedere ma anche di comprendere i luoghi in cui si trovano.  

Proseguono anche gli interventi di riqualificazione della città.

Dopo la conclusione dei lavori realizzati nei Rioni Spine Bianche e Serra Rifusa, in alcune zone di Matera Sud e il rifacimento dei tratti più deteriorati di Via Vesuvio, Via Gravina e Via Dante, si è conclusa la progettazione anche degli altri interventi di riqualificazione. 

Riguarderanno il completamento delle opere nel Rione Serra Rifusa, il rifacimento dell’ingresso alla città di Aia del Cavallo (Matera centro) e il Rione Agna.

Sono in corso gli ultimi adempimenti per l’indizione delle gare d’appalto che saranno pubblicate nei prossimi giorni, per consentire l’avvio dei cantieri non appena cesserà l’attuale stato di emergenza nazionale.

“Nonostante il coronavirus il motore della città non si è fermato – sottolinea il Sindaco Raffaello de Ruggieri -. Stiamo continuando a lavorare per farci trovare pronti alla ripresa quando l’emergenza sanitaria sarà cessata. La bonifica della discarica di La Martella e il Parco della Storia dell’Uomo rappresentano due progetti strategici per il futuro della città. Queste azioni certificano che non siamo né rassegnati né sconfitti per asfissia di futuro”.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*