CNA MATERA DONA 1000 GAMBALI AI REPARTO DI TERAPIA INTENSIVA E INFETTIVI DELL’OSPEDALE MADONNA DELLE GRAZIE DI MATERA. Il RINGRAZIAMENTO DEL PERSONALE MEDICO ED INFERMIERISTICO

“Appena si è diffusa in città la notizia della mancanza di DPI all’interno del reparto di rianimazione ed infettivi dell’ospedale Madonna delle Grazie, ci siamo subito messi all’opera per capire cosa potevamo fare per colmare questa grave lacuna di cui a tempo debito sarà giusto chiedere conto a chi di dovere”.

Questo è quanto afferma Leonardo Montemurro, presidente Cna Matera.

“Insieme al vicepresidente, Bruno Paolicelli, e a tutti i componenti della presidenza e direzione Cna, abbiamo messo in campo una squadra affiatata che, nel giro di qualche giorno, implementando l’intera catena della produzione (dalla fornitura del materiale al taglio dello stesso sino alle operazioni finali di cucitura e consegna), ha realizzato più di 1000 gambali che nei giorni scorsi sono stati consegnati al personale medico ed infermieristico dei due reparti del nosocomio materano”.

Sono tante le imprese e le persone fisiche che hanno contribuito alla riuscita di questo importante progetto: oltre a Bruno Paolicelli, nel suo ruolo instancabile di propositore ed animatore del gruppo; Lucrezia Dimonte della Dimoconf Srl con tutto il suo staff; Pietro Lofranco della Eurobios Sapa; Margherita Albanese, presidente di Cna Artistico e Tradizionale e il suo staff, composto dalle signore Marilena Lapacciana, Maria Stella Urso e Franca Celiberti; Maria Chita, presidente del comitato Impresa Donna Cna ed il suo gruppo composto dalle signore Rita Trani, Francesca Fabiano, Gabriella Commisso; nonché l’intera famiglia dell’infaticabile presidente della Cna Pensionati, Angelo Buono, composta dalla moglie, Angela Martino, e dalle sue figlie Antonella e Rossella.

“Stiamo lavorando – continua Montemurro – per la realizzazione di ulteriori calzari ma anche  camici che contiamo di consegnare nel giro di qualche giorno”.

“Nel momento del bisogno – afferma Bruno Paolicelli – nessuno può e deve sottrarsi dal dare un proprio fattivo contributo nell’ambito delle proprie competenze. E’ la dimostrazione di un grande affiatamento e di un lavoro efficiente, corale ed appassionato in un momento così delicato per tutti quanti noi ma soprattutto per il personale medico ed infermieristico che, per certi versi, vive la condizione di quei soldati mandati al fronte senza le armi necessarie a combattere questo nemico subdolo e invisibile. Un cuore grande quello della Cna, delle sue artigiane e artigiani e di tutte le imprese sue associate”.         Dopo la donazione, il personale medico infermieristico e socio sanitario del reparto di malattie infettive di Matera ha fatto pervenire alla Cna una nota di ringraziamento: “ringraziamo chi ha coordinato le mani di tanti sarti ed artigiani per cucire i gambali con un design pratico e funzionale e anche elegante: indossandoli ci sentiamo più forti e protetti grazie alla professionalità di chi si è preoccupato per noi”. 
Nella nota, il personale ospedaliero ringrazia anche il club “Area 8” che, si legge nella nota, “ci ha fatto recapitare degli squisiti dolci confezionati con cura ed eleganza, in monoporzioni accompagnate singolarmente da piccoli pensieri e frasi: hanno addolcito le nostre faticose giornate in corsia  e ci hanno fatto sentire meno soli. A tutti – concludono – il nostro grazie sentito e commosso. Insieme più forti del virus”.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*