CORONAVIRUS, MACCHINA DEGLI AIUTI OPERATIVA: EVASE CENTINAIA DI RICHIESTE. ASS. LIPPOLIS: “ATTIVO CONTO CORRENTE SOLIDALE. NESSUNO SARA’ LASCIATO SOLO’’

La macchina degli aiuti del Comune di Ginosa non si ferma.

Oltre allo sportello telefonico per accogliere tutte le richieste di aiuto durante questa fase di emergenza dovuta al Covid-19, è stato attivato anche un conto corrente solidale sul quale poter eseguire libere donazioni. Il ricavato servirà all’acquisto di generi alimentari a favore dei più bisognosi.

I dipendenti dell’Ufficio Servizi Sociali si stanno occupando di assistenza psicologica nei confronti di famiglie e minori che vivono situazioni di disagio all’interno delle mura domestiche, nonchè di accogliere le istanze di cittadini che fanno richiesta dei buoni spesa.

<<I buoni spesa finora concessi – ha spiegato l’Assessore alle Politiche Sociali Romana Lippolis – sono stati destinati alle fasce più bisognose della popolazione, che realmente non dispongono di alcun sostentamento. Per l’attivazione di tali buoni sono state impiegate somme direttamente dal bilancio comunale. Nelle ultime 48 ore sono state evase ben 144 domande. Ma nessuno sarà lasciato solo. Ogni persona sarà ascoltata. 

Con l’erogazione da parte del Governo di una somma pari a circa 195.000 euro a favore del Comune di Ginosa per far fronte all’emergenza alimentare, i buoni spesa saranno estesi nei prossimi giorni a una fascia più ampia di utenti.

Abbiamo interessato le Caritas del territorio e sono giunti a Ginosa i primi pacchi contenenti viveri di prima necessità, che saranno successivamente distribuiti agli aventi diritto. 

Per le richieste rimangono validi i numeri dello sportello telefonico “Andrà Tutto Bene’’.

E’ attiva la raccolta solidale, a cui si può aderire lasciando i generi alimentari negli appositi carrelli a fine spesa.

L’Amministrazione ringrazia Radio CB HELP 27, Croce Rossa Italiana, i volontari che da oltre due settimane si stanno adoperando per aiutare chi è in difficoltà, anche tramite i servizi di pronto farmaco e pronto spesa, tuttora attivi e, in generale, tutti coloro che sono entrati a far parte attraverso piccoli grandi gesti di questa rete solidale comunitaria. 

Lo voglio ripetere: nessuno sarà lasciato solo>>.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*