CASTELLANETA, CONSIGLIO COMUNALE IN MODALITÀ MISTA: POTRÀ TENERSI ANCHE IN VIDEOCONFERENZA

Le sedute degli organi istituzionali del Comune di Castellaneta si
svolgeranno anche tramite videoconferenza. Giunta, Consiglio e
Commissioni potranno continuare a lavorare, evitando il blocco della
macchina amministrativa, durante l’emergenza coronavirus.

Si partirà con il Consiglio comunale di lunedì 30 marzo alle ore 10:00,
una seduta che si terrà in forma ibrida, trattandosi della prima
applicazione di questa importante innovazione, ovvero con la possibilità
dei consiglieri di partecipare nella forma tradizionale, presenziando
fisicamente, o in alternativa in modalità virtuale, collegandosi con il
proprio dispositivo (PC, notebook, tablet, smartphone) alla rete
internet.

Per l’occasione, il Consiglio comunale si terrà fisicamente nell’inedita
sede dell’Auditorium “7 Febbraio 1085”, luogo che consente il rispetto
delle prescrizioni delle norme igienico sanitarie per contrastare la
diffusione del covid-19. In alternativa, i Consiglieri potranno
scegliere di partecipare tramite la piattaforma WEbex, software che
consente la registrazione delle sedute e la gestione delle votazioni.

All’ordine del giorno del Consiglio, oltre alla comunicazione dei
verbali delle precedenti sedute consiliari, la ratifica D.G.C. 2 del
30.01.2020 con variazioni al Bilancio 2020/2021, ovvero di entrate da
finanziamenti statali e regionali per € 487.000, inerenti verifiche ai
solai degli edifici scolastici, bonifiche ambientali e manutenzione
strade di Castellaneta Marina.

«Siamo pronti a garantire la continuità amministrativa dell’Ente –
commenta il Presidente del Consiglio comunale Simonetta Tucci – con
l’adozione della piattaforma di videoconferenze più utilizzate dalle
pubbliche amministrazioni. In ogni caso, trattandosi della prima
applicazione di questa nuova tecnologia, non abbiamo voluto precludere
la possibilità ai Consiglieri di scegliere se partecipare in luogo
fisico o in videoconferenza. Pertanto, il Consiglio si terrà in modalità
mista, cogliendo la semplificazione normativa offerta dall’art. 73 del
Decreto Legge n. 18 del 17 marzo 2020».

Area degli allegati

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*