LINO GRIECO. Lettera aperta: istituire e rendere funzionali nosocomi Covid-19

Quello che sta accadendo nella nostra amata Italia, non può lasciarmi nella indifferenza, pensando di aver fatto tanto da meritarmi sonni tranquilli. Questa mia lettera aperta, ha il senso di sottolineare aberrazioni decisionali e tecniche che vengono intraprese in queste giornate di lutti e pianto. Focalizzerò questa nota sull’importanza di istituire e rendere funzionali nosocomi Covid-19, che hanno il senso di offrire il massimo gestionale e di ospedalizzazione, a chi è affetto e ha bisogno di cure specifiche e specialistiche, ed allo stesso tempo limitando al massimo le cross contaminazioni sia fra pazienti sia fra operatori sanitari. Le ultime notizie scientifiche, dimostrano che in laboratorio il virus riesce ad essere presente e virulento nell’aria fino a tre ore, questo dato da il senso anche di quello che sta accadendo in Regione Basilicata in queste ore, l’ospedale di Tricarico ne è un esempio, e mi auguro che altri nosocomi non subiscano la stessa sorte. Quello che accade, può essere spiegato con piccoli esempi. Se avessi un frutto infetto da un fungo ad esempio una fragola e chiederei ad un bambino: metteresti nel cestino di fragole il frutto infetto, con il rischio di contaminare tutte le fragole del cestino? Il bambino sicuramente alla mia provocazione risponderebbe razionalmente di NO!!!! Ora, proviamo a spostare l’asticella verso altri patogeni come quelli virali ad eziologia umana, e chiederei: posso creare promiscuità di degenti infetti e non da Covid-19? La risposta banalmente assomiglierebbe a quella del bambino … ovvero di No!!!! Quindi questo semplice esempio mi OBBLIGHEREBBE dal punto di vista biologico di evitare trasmissioni creando spazi dedicati, per prevenire infezioni, sia per degenti già presenti sia per malati infetti da coronavirus ed operatori, perchè, solo in questo modo posso evitare di arrivare a saturare gli ospedali, cosa che sta inesorabilmente accadendo al nord Italia per l’elevato numero di pazienti infetti al virus e che hanno bisogno di cure ospedaliere. E’ così difficile aprire nosocomi chiusi o in parte e strutturarli Covid-19 ? E’ veramente così difficile avviare e strutturare nel più breve tempo possibile a prevenzione, ospedali distribuiti per macro aree, tale da coprire le due province? E’ veramente così difficile attrezzare e depressurizzare l’aria negli spazi dedicati? E’ così difficile approntare e razionalizzare laboratori con attrezzature robotizzate per effettuare analisi molecolari come qReal-Time-PCR e/o immunologiche, massimizzando così la parte diagnostica? Potrei continuare però mi fermo qui, augurandomi che chi legge questa nota a qualsiasi livello decisionale e tecnico ne faccia tesoro, per affrontare la giornata di domani, sicuro che …. e nostro malgrado sarà funestata, perchè il virus avrà avuto ancora una volta la meglio.

Dr. Lino Grieco

Il dottor Grieco sarà ospite a Radio Laser Sabato 28 marzo alle 11 in diretta con Antonio Rondinone.

In FM e in radiovisione su

radiovisione

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*