COPAGRI BASILICATA: CORONAVIRUS, NON RINUNCIAMO ALLE TRADIZIONI PASQUALI E ACQUISTIAMO PRODOTTI LOCALI

Minichino, consumi di carne in calo; disagi negli allevamenti della collina materana e delle aree interne lucane

 “In un momento estremamente delicato quale quello che il Paese sta attraversando, dove la pandemia del COVID-19, o Coronavirus, sta letteralmente stravolgendo ogni nostra consuetudine, facciamo nostro l’appello della ministra delle Politiche agricole Teresa Bellanova a non rinunciare alle tradizioni. Ci troviamo, infatti, in vista delle festività della pasqua, nelle quali solitamente si raggiunge il picco dei consumi di carne ovina, e invitiamo pertanto i consumatori ad acquistare prodotto locale; consumare carne fresca, infatti, anche se in piccole porzioni, è fondamentale per sostenere concretamente un settore di fondamentale importanza per l’economia regionale quale quello della pastorizia”. Lo sottolinea il presidente della Copagri Basilicata Nicola Minichino, spiegando che i consumi di carne sono in netto calo e che negli allevamenti del territorio lucano si registrano già notevoli disagi.

“Dobbiamo andare avanti tutti insieme, all’unisono, impedendo al Coronavirus di bloccare o modificare le nostre abitudini di consumo, con particolare riferimento a quelle legate alle nostre tradizioni; voglio infatti ricordare, come evidenziato dalla nostra campagna social #LAgricolturaNonSiFerma, che i produttori agricoli e gli allevatori continuano a lavorare con grande senso di responsabilità e nell’interesse di tutti i cittadini, assicurando una regolare presenza dei prodotti agroalimentari sugli scaffali della grande distribuzione”, aggiunge il presidente della Copagri Basilicata.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*