Melfi e Venosa (PZ): Violano le misure cautelari loro imposte. Due arresti dei Carabinieri

I Carabinieri delle Stazioni di Melfi e Venosa, in due distinte circostanze, hanno arrestato due
persone, un 39enne e un 73enne, entrambe sottoposte a misure cautelari, le cui violazioni hanno
comportato l’emissione a loro carico di un provvedimento restrittivo da parte dell’Autorità
Giudiziaria, che ne ha disposto gli arresti domiciliari.
Nel dettaglio, i militari, a Melfi, hanno eseguito l’ordinanza emessa dal G.I.P. di Potenza nei
confronti del 39enne, che era sottoposto all’obbligo di presentazione alla P.G., in merito al quale, i
Carabinieri, più volte hanno accertato ritardi e, pertanto, violazioni circa il rispetto degli orari
prescritti, motivo per cui gli stessi hanno informato la Procura della Repubblica del capoluogo per
far sì che venisse richiesto e disposto un aggravamento dell’anzidetta misura, finalità che di fatto si
è concretizzata.
Analogamente è avvenuto a Venosa, laddove i Carabinieri hanno arrestato il 73enne, gravato
dall’obbligo di dimora nel comune ma che, a partire dal mese di febbraio scorso, si è reso autore di
una serie di inosservanze alle prescrizioni impostegli per le quali gli operanti hanno inoltrato
apposite informative all’A.G. potentina che pure in questo caso ha proposto ed ottenuto un
provvedimento più afflittivo a carico del destinatario.
Quest’ultimo, nel gennaio dello scorso anno, a Lavello (PZ), all’esito di indagini condotte dai
Carabinieri della locale Stazione e coordinate dalla Procura della Repubblica di Potenza, era stato
arrestato in esecuzione di provvedimento cautelare del locale Ufficio G.I.P. per maltrattamenti in
famiglia e lesioni personale aggravate provocate alla compagna convivente.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*