Tavolo Verde Puglia e Basilicata: intervenire in tempi brevi

Il presente è rivolto al Governo nazionale, al governatore della regione Basilicata, al Presidente della provincia di Matera, ai sindaci del Metapontino nonché a tutte le autorità che svolgono funzioni e rappresentanza istituzionale. 

Gli operatori del settore agricolo ivi compresi i braccianti e tutte le altre figure professionali ad esso collegate stanno vivendo una fase difficilissima a causa e per effetto della devastante pandemia, le cui conseguenze sanitarie ed economiche sono inimmaginabili e mettono in durissima prova le aziende agricole produttrici di beni agroalimentari di prima necessità. Per l’ortofrutta la domanda si è ridotta a più di 1/3 parimenti per il latte e la carne; per alcuni prodotti alimentari, i prezzi di vendita sono sempre meno remunerativi, di fatto è saltato il libero mercato. L’agricoltura, più di altri settori, vive uno stato di guerra in cui soccombe il più debole, il meno tutelato e chi è esposto a maggiori rischi. 

Per questa ragione, Tavolo Verde Puglia e Basilicata chiede a chi di competenza di intervenire in tempi brevi per:

  • Dichiarare lo stato di crisi delle aziende agricole;
  • Garantire la vendita di prodotti agricoli a prezzi remunerativi a tutti i produttori;
  • Istituire centri di ritiro di Stato per l’invenduto;
  • Utilizzare la biomassa per produrre energie da distribuire a titolo gratuito alle produzioni, alle popolazioni e alle aziende agricole;
  • Sostenere le aziende con robusti incentivi;
  • Sospendere tutti i tributi, imposte e spese per mezzi tecnici e servizi di natura e origine pubblica.
  • Revocare ipoteche, aste pubbliche e quant’altro.

Si spera nella realizzazione di quanto richiesto per garantire il bene del territorio e tutelare quanti ne risentono in questo momento particolare. 

                                            Tavolo Verde Puglia e Basilicata

                                                          Prof. Francesco Malvasi

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*