Servizi coordinati di controllo del territorio in Corato (BA) e Bisceglie (BT). Arrestati un “topo d’appartamento” ed un pusher  

I Carabinieri della Compagnia di Trani, con il supporto dell’11° Reggimento “Puglia”, Compagnia d’Intervento Operativo,  nell’ambito dei servizi di controllo del territorio effettuati nei giorni scorsi, hanno arrestato, in due diverse circostanze, C.A. 39enne per tentato furto aggravato in concorso e D.M. 37enne, sorpreso in strada mentre deteneva sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

Ai due è stata contestata anche la violazione delle normative finalizzate al contenimento del COVID-19.

Più specificamente, C.A. è stato sorpreso a Corato, dai Carabinieri della locale Stazione e da personale dell’11° Reggimento “Puglia”, mentre tentava di perpetrare un furto in un’abitazione sita in via Gabriele D’annunzio. Provvidenziale la chiamata al 112 da parte di alcuni condomini che, uditi rumori sospetti, hanno richiesto l’intervento dei militari. Questi ultimi hanno bloccato l’uomo proprio sull’uscio dell’abitazione con ancora indosso alcune suppellettili asportate pochi istanti prima, mentre un altro soggetto è riuscito a darsi alla fuga. Indagini in corso per giungere all’identificazione del fuggitivo. Gli oggetti asportati sono stati restituiti all’avente diritto, un anziano signore che vive da solo e che si era allontanato dall’appartamento per fare la spesa..

D.M., invece, fermato a Bisceglie dai Carabinieri della locale Stazione per essere sottoposto ai controlli per il contenimento del COVID-19, in seguito a perquisizione personale e domiciliare è stato trovato in possesso di 7,5 grammi di cocaina suddivise in 27 dosi destinate allo spaccio,  oltre a 3.600 euro, ritenuti il provento dell’illecita attività.

I due, espletate le formalità di rito, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*