Bari – Tre arresti. Rinvenuti ordigni esplosivi e droga

Nell’ambito dei servizi “Alto Impatto”,  i Carabinieri della Compagnia di Bari Centro e Bari San Paolo hanno eseguito  3 arresti in città.

In particolare, i militari della:

–         Stazione di Bari Japigia:

unitamente al personale dell’11° Reggimento CC Puglia, hanno arrestato M.A. 27 enne del luogo, per fabbricazione e detenzione di materiale esplodente. Tutto è partito da un controllo alla circolazione stradale nel corso del quale M.A. è stato trovato in possesso di 10 grammi di sostanza stupefacente del tipo “Hashish”. La perquisizione effettuata sul suo conto, sia personale che veicolare, è stata poi estesa al domicilio dove sono stati  rinvenuti nr.2 artifizi pirotecnici “thunder” e nr. 5 ordigni esplosivi di fattura artigianale. Il 27enne, su disposizione della competente A.G.,  è stato tradotto presso la locale Casa Circondariale. La droga ed il materiale esplodente sono stati posti sotto sequestro;

–         Stazione di Bari Picone :

hanno arrestato B.F. 19enne del quartiere Libertà, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. In particolare, il 19enne, mentre percorreva via De Gemmis, alla vista dei militari, ha tentato la fuga al fine di sottrarsi al controllo. Bloccato e sottoposto ad una perquisizione personale è stato trovato in possesso di gr.6 “Marijuana” e di una somma di euro 330,00 suddivisa in banconote di piccolo taglio, provento dall’illecita attività di spaccio.. Il 19enne,  su disposizione della competente A.G., è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.

In altra operazione antidroga,  militari nel Nucleo Operativo della Compagnia di Bari Centro hanno arrestato L.C.D. 39enne per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. In particolare,   a seguito di un controllo effettuato nel quartiere Japigia, il 39enne è stato sottoposto ad una perquisizione personale ed è stato trovato in possesso di gr.5.5 “Marijuana” e 18 gr. di “Cocaina”. L.C.D. su disposizione della competente A.G., è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*