SABATO 7 MARZO A ROMA ANTEPRIMA NAZIONALE FILM DEL PISTICCESE MASSIMO PREVITERO “AmareMente”

PISTICCI. E’ in programma la sera di sabato 7 marzo nel nuovo Cinema Aquila di Roma, l’anteprima  nazionale del film “AmareMente “ del regista Emanuele Di Leo e tratto da una storia vera scritta dal nostro concittadino trapiantato nella capitale, Massimo Previtero, che è anche uno dei  due protagonisti. E’ la storia di un giovane, Marco che vive in un paesino di provincia sul mare, per l’occasione ambientato nel quartiere di Taranto Vecchia. Siamo ai primi anni 90. Marco è figlio unico e suo padre, per lui,  ha molte aspettative essendo l’unico erede di famiglia. Marco già dal periodo dell’adolescenza, si rende conto di sentirsi un “diverso”. Cercherà di reprimere i suoi sentimenti fino alla frequentazione delle scuole superiori. Una situazione che viene resa ancor più difficile quando suoi coetanei delle scuole superiori,  innescheranno nei suoi confronti veri e propri attacchi di omofobia e bullismo, tanto da indurlo a non frequentare e ad abbandonare quelle scuole. Il padre ignaro della situazione, lo manda subito a lavorare, ma a distanza di alcuni anni, quando tutto sembrava ormai dimenticato, quel gruppo di balordi ritorna ad accanirsi ancora su di lui, questa volta attraverso una violenza fisica. Marco troverà conforto anche tra le braccia della madre Rita, interpretata da Sandra Pellegrino. La storia continua e noi ci fermiamo qui… A rendere il film ancora più interessante, la partecipazione  degli attori Nando Irene, Jano De Gennaro, Pierpaolo Di Giacomo e Filippo Malvasi oltre alle musiche inedite del cantautore Angelo De Maio che ha anche musicato e cantato il testo poetico scritto da Massimo Previtero. Come si ricorderà Massimo Previtero ed Emanuele Di Leo hanno ricordato con un un loro lavoro cinematografico la tragedia del 9 febbraio 1688 “La notte di Santa Apollonia” Il nuovo  film è prodotto dalla DilPrevcinefilm production. L’appuntamento è per sabato alle ore 17,30 presso il Nuovo Cinema Aquila di Roma.

MICHELE SELVAGGI

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*