CASTELLANETA, COMUNE E PROVINCIA AL LAVORO PER SEMPLIFICARE LE PROCEDURE AUTORIZZATIVE NELLE AREE SIC ZPS

Obiettivo: snellire la burocrazia per agevolare imprese e cittadini Attenta e partecipata l’assemblea con i tecnici e imprenditori locali. Grande partecipazione di tecnici, imprenditori e cittadini al tavolo tecnico promosso dal dal Comune di Castellaneta, di concerto con la Provincia di Taranto, nel pomeriggio di martedì 2 marzo nelle Officine
Mercato Comunale, per approfondire il tema delle procedure autorizzative nelle aree con vincoli SIC e ZPS, ovvero Siti di Interesse Comunitario e Zone a Protezione Speciale ricadenti nel territorio comunale.
D’altronde, l’argomento è particolarmente sentito in un territorio fra i più vasti d’Italia, caratterizzato da peculiarità paesaggistiche e ambientali di grande rilevanza e pregio, come dimostrano la molteplicità
di vincoli presenti, ben quattro della rete Natura 2000, e che produce il 25% delle istanze di Valutazione d’Incidenza Ambientale presentate alla Provincia di Taranto. L’obiettivo dell’incontro, spiegato dal Sindaco di Castellaneta Giovanni Gugliotti durante i saluti ai partecipanti, è quello di mantenere un dialogo costante con i tecnici, imprese e cittadini del territorio, per confrontarsi e condividere le possibili soluzioni per snellire la burocrazia, favorendo gli interventi dei privati e quindi le ricadute economiche sul territorio, nel rispetto della Legge e dell’ambiente.
I lavori del tavolo tecnico, coordinati dall’Arch. Aldo Caforio responsabile Area Urbanistica del Comune, hanno visto gli autorevoli interventi del Dott. Filippo Bellini, funzionario del Settore Pianificazione e Ambiente dell’Ente Provincia; dell’Arch. Nicola Fuzio, coordinatore dell’Ufficio di Piano del Comune e redattore del PUG e di
molteplici contributi dal pubblico.
In particolare, il Dott. Bellini ha illustrato alla interessata platea la normativa vigente e gli strumenti di gestione del territorio di Castellaneta, senza tralasciare le ipotesi di semplificazione dei procedimenti attualmente in vigore e le possibili iniziative per facilitare ulteriormente l’iter amministrativo, come nel caso degli interventi che dipendono da finanziamenti. Argomenti, questi ultimi, particolarmente gettonati dagli astanti, intervenuti per sollecitare qualsiasi iniziativa utile e snellire ulteriormente i procedimenti. Utile a tal senso, l’intervento dell’Arch. Nicola Fuzio, che ha illustrato le possibilità di aggiornamento del PUG con una nuova normativa, di concerto con la Provincia e la Regione. Un approfondimento, quello con la Regione, che sarà formalizzato con la richiesta di un tavolo tecnico a Bari, fra Regione, Provincia e Comune, per esaminare e definire tutte le possibili iniziative che si possono mettere in campo per snellire la burocrazia, nel rispetto della Legge. In attesa del tavolo tecnico, un ulteriore chiarimento giunge dall’Arch. Caforio sugli interventi nelle zone A e B (centro storico e gran parte del contesto urbano di Castellaneta), che possono essere conclusi direttamente in Comune con procedura semplificata, senza richiesta di parere in Provincia. È il caso, ad esempio, della manutenzione ordinaria delle facciate, anche utilizzando il Bonus 2020 del Governo e, in aggiunta, quello comunale per l’adeguamento al Piano del Colore del centro storico.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*