REGIONE BASILICATA | Rosa, due progetti di energia sostenibile per il Cis

L’assessore all’Ambiente ha presieduto una riunione per avviare una nuova fase di progettazione unitaria coinvolgendo tutti gli attori interessati

Procedere in modo unitario e coerente, e non più in ordine sparso, in modo da determinare risultati più efficienti e più efficaci nell’interesse esclusivo della comunità lucana. E’ uno dei principali obiettivi della riunione convocata dall’assessore regionale all’Ambiente, Gianni Rosa, in vista della presentazione di progetti al tavolo istituzionale per la valorizzazione e lo sviluppo della Regione Basilicata istituito presso la Presidenza del Consiglio dei ministri nell’ambito del Contratto integrato di sviluppo (Cis).

Alla riunione, svoltasi questa mattina nella sede del Dipartimento, hanno partecipato i rappresentanti di tutte le società, istituzioni e uffici regionali che ruotano intorno alla galassia dell’ambiente. In particolare, hanno partecipato rappresentanti della Sel, dell’Egrib, di Acquedotto Lucano e degli uffici regionali del Dipartimento Ambiente.

“Ho chiesto questo incontro – spiega l’assessore Rosa – perché siamo davanti a un’importante opportunità economica e di sviluppo che va colta in modo razionale e unitario e per evitare che ciascuno si muova come una entità autonoma”.

Al termine della riunione si è deciso, quindi, che si lavorerà tutti insieme per la costruzione di due progetti importanti.

Il primo riguarda la ottimizzazione dei consumi energetici di Acquedotto Lucano utilizzando la pressione della risorsa idrica nelle condotte. Un progetto finalizzato a ridurre di molto la bolletta energetica dell’ente con conseguenze positive sul piano della sostenibilità, su quello gestionale e su quello dei servizi. Il secondo progetto, invece, riguarda, il completamento del ciclo dei rifiuti attraverso la produzione di gas derivante da rifiuti organici (biogas).

“Si tratta – conclude Rosa – di due progetti molto importanti nell’ambito della politica energetica sostenibile che stiamo mettendo in campo in modo coerente con le nuove politiche della programmazione comunitaria. Ma la vera svolta di questo processo avviato oggi sta nel fatto che tutta la galassia legata all’Ambiente si muoverà in modo unitario e su un unico binario”.

A coordinare il lavoro per la realizzazione di questi due progetti sarà Canio Santarsiero, amministratore dell’Egrib.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*