A Policoro un laboratorio di cucina per ragazzi diversamente abili promossa dall’associazione Riso&sorriso Onlus

 

 Si è tenuta presso l’associazione Giovanni Paolo II di Policoro la presentazione del progetto  “un laboratorio di cucina per ragazzi diversamente abili promossa dall’associazione” Riso&sorriso Onlus. L’associazione,  composta da tre giovani professionisti lucani, Pierpaolo Battafarano, executive chef, Maria Donadio, psicologa clinica e Giovanni Manolio, terapista occupazionale, nasce dal
desiderio di fare della cucina una terapia del benessere che favorisca l’acquisizione di autonomie funzionali domestiche in soggetti diversamente abili favorendo così l’integrazione sociale e lavorativa.
L’evento si è aperto con il ringraziamento da parte del presidente dell’associazione, Pierpaolo Battafarano alle associazioni presenti tra cui l’Anffas di Policoro, Worlds of colors, Viviamo insieme Onlus, l’associazione Smile di Policoro e alle istituzioni presenti tra cui il consigliere provinciale Gianluca Modarelli, il sindaco Enrico Mascia e l’assessore alle politiche sociali Nicola Buongiorno.
L’evento ha visto una presentazione tecnica del progetto da parte della Dott.ssa Maria Donadio e del Dott. Giovanni Manolio che hanno esplicitato obiettivi, attività tempi e fasi del progetto.
“Le risorse promotrici di questo progetto si occuperanno di definire obiettivi personalizzati e realistici, che tengano conto delle differenze individuali e degli aspetti cognitivi dei partecipanti, unendo strumenti e metodologie delle proprie professioni ed utilizzando risorse umane e materiali locali, dalla collaborazione con soggetti ed associazioni operanti nel campo del sociale all’impiego di prodotti gastronomici tipici della nostra terra – raccontano gli organizzatori – Gli obiettivi pertanto saranno: promuovere autonomie funzionali in ambito “cucina/ristorazione” in soggetti con disabilità intellettive, accrescere il loro senso di autonomia grazie alle abilità acquisite migliorandone il benessere generale, favorire il loro inserimento nel tessuto sociale e lavorativo di riferimento”. Ospite d’onore Emiliano Tinti, ragazzo down accompagnato dal suo coach Vito Narciso che ha raccontato le numerose esperienze di Emiliano, campione special olympics di nuoto e sci.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*