Il Treno Verde arriva a Potenza per raccontare gli effetti della crisi climatica e le buone pratiche per fermarla

Appuntamento martedì 25 febbraio (ore 10:30) per l’inaugurazione del convoglio ambientalista in sosta al binario 1 della stazione centrale

Dopo la tappa in Sicilia, arriva a Potenza il Treno Verde, la storica campagna itinerante promossa daLegambiente e dal Gruppo FS Italiane, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Un’edizione, la trentaduesima, che avrà come tema portante la sfida Change Climate Change: raccontare le cause e gli effetti della crisi climatica, ma soprattutto raccontare come sia possibile cambiare il cambiamento climatico a partire dalle buone pratiche avviate sui territori. Quella in Basilicata è la terza tappa del tour 2020.

Il convoglio ambientalista – il cui viaggio è reso possibile anche grazie ai partner sostenitori AzzeroCO2 e Ricrea (Consorzio nazionale riciclo e recupero imballaggi acciaio), e i partner Ecowell, Formaperta, Zeropac, Italia Zuccheri, con il media partner La Nuova Ecologia – sarà in sosta al binario 1 della stazione centrale martedì 25 e mercoledì 26 febbraio.

Educazione ambientale, monitoraggi scientifici e approfondimenti caratterizzano il percorso a bordo del treno, al cui interno è allestita una speciale mostra per la formazione e la sensibilizzazione di studenti e cittadini di tutte le età.

Le quattro carrozze espositive saranno aperte di mattina per le scuole prenotate, mentre dalle 16 alle 18:30 l’ingresso è libero. Quattro temi del percorso-mostra sul treno – tra loro complementari e legati alla crisi climatica – caratterizzeranno le attività su ciascuna carrozza. Nel primo vagone, l’emergenza climatica è globale e interconnessa, con uno spazio dedicato all’analisi generale delle cause e degli effetti del fenomeno; a bordo della seconda, invece, la soluzione è locale e interconnessa, e vede sul tavolo le risposte per fronteggiare l’emergenza sui singoli territori; sulla terza “una #rievoluzione ci salverà”, con uno spazio dedicato alle nuove generazioni scese in piazza per salvare il pianeta; la quarta, infine, parte dalla domanda – cosa possiamo fare noi? – per riflettere sull’importanza delle scelte nella vita quotidiana, dai nostri consumi e comportamenti all’importanza dell’informazione e dell’impegno diretto.

E quello che possiamo fare noi è anche fare pressioni al Governo per cambiare leggi che continuano ad avvantaggiare i nemici del Clima. Come chi distrugge le foreste per produrre olio di palma da utilizzare in quello che chiamano biodiesel. Così a finanziare la deforestazione, siamo noi, inconsapevolmente, ad ogni pieno di gasolio. Per questo la legge va cambiata, e a bordo del Treno Verde Legambiente chiederà ai cittadini di firmare la petizione #SAVEPONGO per fermare subito tutto ciò con una proposta legge inviata al Governo.

Ricco il programma della tappa in Basilicata. Martedì 25, alle ore 10:30, ci sarà l’inaugurazione della tappa, con la presentazione della campagna “Change climate change”. Parteciperanno attivisti di Legambiente, rappresentanti di Trenitalia e Ricrea, oltre agli amministratori locali. Nel pomeriggio, a bordo della quarta carrozza, ci saranno l’incontro dei giovani di Legambiente e dei Fridays for Future “Verso lo YOUth climate meeting”.

Sempre in quarta carrozza, mercoledì 26 febbraio (ore 10:30) sarà presentato il bollettino climatico degli ultimi 40 anni nella città di Potenza e il premio “Nemici del clima” in Basilicata. Alle ore 13 davanti alla stazione centrale ci sarà il flash mob“Change climate change”. Sipario sulla tappa potentina alle ore 17, con la proiezione del documentario “Deforestazione made in Italy”, seguito dal dibattito sul tema della deforestazione e degli allevamenti intensivi.

 

Nota per la stampa: è possibile accreditarsi agli appuntamenti di martedì 25 (inaugurazione tappa, ore 10:30) e mercoledì 26 (conferenza stampa di presentazione del bollettino climatico di Potenza) a questo link

__________

Treno Verde 2020 | Il programma

Potenza | 25-26 febbraio

Stazione centrale | Binario 1

Martedì 25 febbraio

Ore 10:30 – Inaugurazione della tappa e presentazione della campagna “Change Climate Change”

Partecipano:

Mattia Lolli, Portavoce Treno Verde

Valeria Tempone, Direttrice Legambiente Basilicata

Mario Guarente, Sindaco di Potenza [in attesa di conferma]

Alessandro Galella, Assessore Ambiente Comune di Potenza

Donatella Merra, Assessore Infrastrutture Regione Basilicata [in attesa di conferma]

Roberto Spera, Amministratore Unico ACTA S.p.a

Bruna Di Domenico, Direttrice Trasporto Regionale Trenitalia

Roccandrea Iascone, Responsabile Comunicazione Consorzio Ricrea

Dalle 16 alle 18:30 – Visite a bordo delle quattro carrozze-mostra. Ingresso libero

Ore 17:00 – Verso lo “YOUth climate meeting”, incontro dei giovani attivisti di Legambiente e dei Fridays for Future

Mercoledì 26 febbraio

Dalle 8:30 alle 13 – Il Treno Verde è aperto alle scuole

Ore 11:30  Conferenza stampa di presentazione del “Bollettino Climatico” del Treno Verde e premio “Nemici del Clima”

Partecipano:

Mattia Lolli, Portavoce Treno Verde

Antonio Lanorte, Presidente Legambiente Basilicata

Mario Guarente, Sindaco di Potenza [in attesa di conferma]

Ore 13 – Flash Mob “Change Climate Change”, davanti la Stazione Centrale

Dalle 16 alle 18:30 – Visite a bordo delle quattro carrozze-mostra. Ingresso libero

Ore 17 – Proiezione documentario “Deforestazione made in Italy”. A seguire dibattito sul tema della deforestazione e degli allevamenti intensivi

 

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*