“IL LUPO CHE AVEVA PAURA DI TUTTO” – 2a MOSTRA PERCORSO DI LETTURA alle Officine Mercato Comunale di Castellaneta

“IL LUPO CHE AVEVA PAURA DI TUTTO” – ARTICOLAZIONI INAUGURA ALLE OMC – OFFICINE MERCATO COMUNALE DI CASTELLANETA (TA) LA SECONDA MOSTRA PERCORSO DI LETTURA TRATTA DAL LIBRO DI ANN ROCARD E ISRAEL BARRÓN

𝐈𝐋 𝐋𝐔𝐏𝐎 𝐂𝐇𝐄 𝐀𝐕𝐄𝐕𝐀 𝐏𝐀𝐔𝐑𝐀 𝐃𝐈 𝐓𝐔𝐓𝐓𝐎
MOSTRA PERCORSO DI LETTURA
dal 23 febbraio al 15 marzo 2020

Per il ciclo delle mostre dedicate all’infanzia e non solo, domenica 23 febbraio alle ore 18.00, presso le OMC – Officine Mercato Comunale di Castellaneta (TA), l’Associazione culturale Articolazioni – Fabbrica delle arti cinetiche inaugura, in collaborazione con La bottega della Ciopi per #logosedizioni , “IL LUPO CHE AVEVA PAURA DI TUTTO” MOSTRA PERCORSO DI LETTURA sull’opera della scrittrice francese Ann Rocard illustrata dal messicano Israel Barrón.

Articolazioni, con questa seconda mostra firmata #logosedizioni, torna così a sfogliare le tavole di un meraviglioso libro illustrato in veste di percorso espositivo, che nell’allestimento castellanetano diventerà ancora occasione per visitatori grandi e piccini di essere accolti e coinvolti in un’esperienza multimediale, tra mostra, proiezioni e la lettura condivisa del bellissimo e coloratissimo libro.

Composta dalle riproduzioni delle tavole del libro pubblicato da #logosedizioni, la mostra permetterà infatti ai bambini, grandi e piccoli, da soli o in gruppo, di leggere il libro in grande, passando da una “pagina” all’altra, come se, oltre a sfogliarla, la abitassero.  E questo anche grazie all’ausilio del percorso di lettura che, proprio come la precedente, accompagnerà la mostra, rendendola ‘animata’.

“IL LUPO CHE AVEVA PAURA DI TUTTO” apre i battenti alle ore 18.00 di domenica 23 febbraio con una lettura guidata, come già accaduto nelle precedenti esperienze, e stavolta condotta con il prezioso supporto della Libreria Librellula, partner dell’evento, e proseguirà fino al 15 marzo, con altri appuntamenti e laboratori.

Il racconto divertente e ben ritmato de “IL LUPO CHE AVEVA PAURA DI TUTTO”, pubblicato per la biblioteca della Ciopi, a firma di Ann Rocard e accompagnato dalle buffe illustrazioni di Israel Barrón, rilegge in una chiave del tutto inedita la figura leggendaria del lupo mannaro, che da sempre affascina scrittori e cineasti. L’uomo condannato da una maledizione a trasformarsi in bestia feroce a ogni plenilunio qui diventa una creatura solo apparentemente spaventosa. I visitatori scopriranno così la storia di Garù-Garù, il lupo più temuto del bosco, che gli altri animali non sospettano che in realtà sia lui quello spaventato da tutto e da tutti. Il lupo famelico infatti si svela in realtà creatura tenera e inoffensiva, che non mancherà di ispirare ai bambini qualche risata e tanto, tanto affetto.

L’evento, il secondo di una serie di più appuntamenti dedicati ai libri illustrati, in un percorso costituito da più mostre e più temi che si stanno avvicendando ormai negli spazi delle OMC di Castellaneta, è il frutto della proficua collaborazione dell’associazione castellanetana Articolazioni, che fin dal Castellaneta Film Fest ha abbracciato i temi dell’illustrazione e del racconto come film animato, e della Logos Edizioni, casa editrice indipendente di Modena specializzata in libri illustrati, che con il progetto “la bottega della Ciopi” hanno trasformato una favola illustrata per bambini in un percorso emozionale e in un momento di formazione del piccolo pubblico.

La mostra  “IL LUPO CHE AVEVA PAURA DI TUTTO” svela, in questo percorso fatto di carta e parole, il lavoro dell’autrice Ann Rocard e dell’illustratore Israel Barrón.

Scrittrice di libri per adulti e ragazzi, artista, musicista, autrice teatrale, Ann Rocard (1954) è una creatrice poliedrica. Dopo una doppia laurea in psicogenetica e psicopatologia dell’età infantile all’Università di Parigi-Nanterre e una specializzazione in scienze sociali a Caen, è stata a lungo educatrice e poi psicologa in una scuola per bambini e adolescenti con problemi mentali, lavorando allo stesso tempo in un centro per bambini con difficoltà uditive. Come scrittrice e autrice teatrale, ha animato numerosi seminari a livello scolastico e universitario, tenendo corsi di teatro per bambini e adolescenti per oltre trent’anni, a partire dalla fine degli anni Settanta. Ha pubblicato romanzi, racconti, poesie, canzoni, testi teatrali e pedagogici. Vive tra la Bretagna e la Normandia.

L’illustratore Israel Barrón, nato nel 1974 a Pachuca, in Messico, ha studiato pittura alla Facoltà di arti plastiche presso l’Università di Veracruz e nel 2007 è stato invitato a una residenza artistica a Prokuplje, in Serbia. Le sue opere sono state esposte in Messico, Argentina, Colombia, Perù, Uruguay, Canada, Stati Uniti, Giappone, Israele, Italia, Serbia, Slovacchia e Spagna.

Ha illustrato manifesti, copertine di libri, e ha pubblicato su riviste e supplementi culturali, tanto cartacei quanto digitali. Ha inoltre realizzato scenografie e illustrato album di gruppi musicali, e le sue opere sono state le immagini ufficiali di diversi eventi culturali, tra cui il Festival afrocaribeño, la Fiera nazionale del libro per ragazzi di Xalapa e, nel 2018, la XXXVIII Fiera internazionale del libro per ragazzi di Città del Messico.

Nel 2013 è stato invitato a Le immagini della fantasia 31, la Mostra internazionale d’illustrazione per l’infanzia di Sarmede, Italia; l’anno successivo ha partecipato al libro Cuentos populares mexicanos, una raccolta di racconti della tradizione messicana selezionati e riscritti da Fabio Morábito, in seguito incluso nel catalogo White Ravens della Internationale Jugendbibliothek di Monaco di Baviera.

Ha pubblicato con diversi editori a livello internazionale, tra cui Fondo de Cultura Económica, Conaculta, Colegio de México, Macmillan-Castillo, SEP, Santillana USA, Panamericana e #logosedizioni.

Due volte vincitore del Premio CANIEM (Cámara Nacional de la Industria Editorial Mexicana) per l’arte editoriale, nel 2017 ha ricevuto la Targa d’oro alla Biennale di illustrazione di Bratislava.

Nel 2019 ha partecipato come relatore alla FILBo, la Fiera internazionale del libro di Bogotá e al Congresso internazionale di illustrazione in Colombia.

Israel Barrón ha pubblicato #logosedizioni i seguenti libri: Il quaderno degli incubi, Bestiario delle creature fantastiche messicane e Il lupo che aveva paura di tutto.

A completare il momento formativo e a renderlo ancor più intenso e accogliente, subito dopo il vernissage, e in altri momenti lungo il permanere della mostra, che sarà aperta fino al 15 marzo, essa sarà coadiuvata da una lettura dedicata ai più piccoli, accompagnata dalle bellissime tavole illustrate e proiettate di Barrón, lettura a cura della Libreria La Librellula di Gioia del Colle, che collabora con Articolazioni in questo ciclo di mostre illustrate fin dalla precedente esposizione e che di volta in volta cura anche il temporary bookshop dei libri oggetto della mostra presso le OMC – Officine Mercato Comunale presso cui I libri della mostra saranno in vendita.

La mostra, visitabile a dal 23 febbraio al 15 marzo 2020 presso le nuovissime OMC – Officine Mercato Comunale in Via del Mercato, 6 a Castellaneta (TA), avrà i seguenti orari di apertura al pubblico: dal lunedì alla domenica dalle ore 9.30 alle ore 12.30 e dalle ore 16.30 alle ore 19.30.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*