AGGD Basilicata presente al XXVI Congresso Acli di Potenza

Da settembre 2018 è attiva  una convenzione  per le agevolazioni economiche e lavorative per i soggetti affetti da Diabete di Tipo 1 e chi ne fa le veci

Negli scorsi giorni la presidente di AGGD Basilicata, Angela Possidente, ha preso parte al XXVI Congresso provinciale Acli di Potenza che si è tenuto nella sala ricevimenti Art Restaurant del capoluogo.

Ad aprire la giornata, i saluti e la preghiera di S.E. Monsignor Salvatore Ligorio, vescovo della diocesi di Potenza, Muro Lucano e Marsico Nuovo.

È stato poi il momento di Emanuele Abbruzzese, presidente provinciale Acli di Potenza, che nella sua relazione ha sottolineato le difficoltà, soprattutto dei giovani, nel mondo del lavoro, la grande povertà della nostra regione e le attività che il patronato svolge nei circoli e nelle associazioni di volontariato.

Tra AGGD Basilicata e il patronato Acli, è attiva da settembre 2018 una convenzione per le agevolazioni economiche e lavorative per i soggetti affetti da Diabete di Tipo 1 e per chi ne fa le veci. Secondo tale convenzione, il Patronato Acli, presta gratuitamente, assistenza tecnica e patrocinio medico legale ai soci di AGGD Basilicata, per il conseguimento, nei confronti degli enti previdenziali pubblici e privati, delle prestazioni e dei benefici di qualsiasi genere previsti da leggi, statuti o contratti regolanti la previdenza obbligatoria.

Questo slideshow richiede JavaScript.

È stata inoltre l’occasione per la presidente Possidente per far conoscere l’associazione, ed esporre alle istituzioni presenti, tra cui il sindaco di Potenza Mario Guarenre, i problemi che quotidianamente vivono i giovani pazienti affetti da diabete di tipo 1 nel mondo scolastico, sociale, sportivo. “Un ringraziamento speciale lo rivolgiamo a Raffaella Ferrara, referente regionale che si occupa nello specifico dei problemi e del supporto all’Associazione di Genitori e di Giovani Diabetici della Basilicata, Questa collaborazione con il Patronato Acli provinciale di Potenza è fondamentale per le nostre famiglie che possono rivolgersi alle sedi Acli nel proprio comune di residenza, considerando la capillarità e la diffusione del Patronato sul territorio lucano, e del suo personale altamente specializzato”. ha affermato in conclusione Angela Possidente. 

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*