ASM, una significativa testimonianza sull’efficienza dell’Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale di Policoro

ASM

Una professionista residente al di fuori del territorio dell’Azienda Sanitaria di Matera, ma comunque  in un paese non lontano da Policoro, ha sentito la necessità di scrivere al Direttore dell’Unità Operativa Complessa di Ostetricia e Ginecologia, dr. Trojano, al Direttore Sanitario, dr. Annese e al Direttore Generale dr. Polimeni, per testimoniare la sua positiva esperienza da partoriente presso il reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Giovanni Paolo II di Policoro.

“ Dopo aver partorito il mio primo figlio- ha scritto l’interessata- in una clinica campana conosciuta a livello internazionale, non nego di aver avuto delle perplessità di dare alla luce il mio secondo figlio a Policoro.”

La lettera poi prosegue narrando nei particolari la positiva esperienza e sottolineando non solo la professionalità e la competenza sul piano specialistico e sanitario, ma anche le qualità umane di tutti i professionisti, dai medici agli infermieri, al personale socio-sanitario e la loro capacità di rendere sereno un momento che per ogni donna rappresenta comunque un avvenimento non privo di incognite.

Viene citata anche la possibilità di poter usufruire gratuitamente di un servizio fotografico che immortali il momento della nascita del neonato. Si tratta infatti di un progetto sperimentale del reparto di Policoro che è stato accolto con favore dalle partorienti.

Un riferimento non secondario viene anche dedicato alla pediatria, che si occupa sin dai primi istanti di vita del nascitura ed alla possibilità per il coniuge di essere vicino alla consorte in ogni momento.

“Ci auguriamo – ha dichiarato – il Direttore Generale dell’ASM dr. Joseph Polimeni che queste testimonianze possano servire ad incoraggiare e persuadere i cittadini del nostro territorio che le nostre strutture sanitarie non sono seconde ad altre e possono garantire qualità alle prestazioni e accoglienza.”

Matera lì 20/12/2019  

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*