CENTENARIO, “LA BONIFICA DELLA STORNARA’’: PRESENTATA RISTAMPA SULL’ORIGINE DI MARINA DI GINOSA

C’era una volta, nel lontano 1920, un luogo lambito da tre fiumi, tutt’altro che ospitale per la quotidiana vita umana, baciato dalle cristalline acque del Mar Ionio e attraversato da una ferrovia. In quei terreni paludosi per la presenza di così tanti corsi d’acqua e l’assenza di canali, vi erano anche degli uomini, quelli dell’Opera Nazionale Combattenti, che avevano un solo grande obiettivo: bonificare quell’area.

Se fosse una fiaba, la storia di Marina di Ginosa inizierebbe più o meno così.

E invece è realtà. Una realtà documentata, rispolverata e rivissuta a distanza di ben 100 anni in occasione dell’evento svoltosi ieri 14 dicembre presso l’auditorium parrocchiale, che ha visto la presentazione della ristampa anastatica dell’opuscolo “La Bonifica della Stornara” dell’ing. Caio Savoia, estratto dalla rassegna ITALIA AUGUSTA dell’Opera Nazionale Combattenti nel Maggio 1928.

Presenti il Sindaco di Ginosa Vito Parisi, il Delegato Sindaco di Marina di Ginosa Angelo Moro, il professore del Dipartimento di Agraria, Università di Napoli “Federico II’’, Antonio Saracino, il geologo e Presidente dell’Ordine dei Geologi della Puglia Salvatore Valletta e il giornalista Angelo Di Leo. A moderare gli interventi la giornalista Debora Notarnicola.

Una massiccia presenza di pubblico di tutte le età ha assistito con interesse all’evento, durante il quale sono stati proiettati anche dei filmati inediti dell’archivio storico dell’Istituto LUCE. Immagini curiose e sorprendenti, che mostravano quella che ancora non era Marina di Ginosa, fatta soltanto di canneti, pinete, campi incolti e spiagge. Quelle enormi distese sabbiose che oggi in estate sono affollate, un tempo erano sentiero per la transumanza e non era raro imbattersi in mandrie di bovini lungo l’arenile.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nel corso della serata, vi è stata l’esibizione del coro e dell’Orchestra del corso ad indirizzo musicale dell’I.C. “Raffaele Leone’’.

<<La grande partecipazione al primo degli eventi in programma per il centenario di Marina di Ginosa, rappresenta il chiaro segno che la comunità vuole conoscere le origini della città in cui vive per riscoprire o riconfermare la propria identità marinese – ha dichiarato il Delegato Sindaco Angelo Moro – la sinergia creatasi tra Amministrazione, Comitato promotore del centenario, mondo della Scuola e cittadinanza è stata fondamentale per la riuscita della serata, e lo sarà anche per le iniziative future. Un ringraziamento speciale va a tutti i marinesi, e non, che hanno donato materiale fotografico datato in loro possesso per ricostruire la storia del territorio, nonchè a tutte le autorità intervenute e agli ospiti presenti in sala. Non siamo che all’inizio delle celebrazioni di questa importante ricorrenza per Marina di Ginosa, che ancora necessita dell’apporto del cittadino. Chiunque abbia idee o proposte può sempre rivolgersi al Comitato promotore>>.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*