ZES: ACCORDO TRA COMUNI PER CANDIDATURA ZONA ECONOMICA SPECIALE IONICA

Si è tenuto ieri 19 novembre l’incontro propedeutico alla sottoscrizione dell’atto di intesa per il sostegno della candidatura congiunta dei Comuni di Palagiano, Palagianello, Castellaneta, Ginosa e Laterza alla ZES Ionica interregionale. In rappresentanza dell’Amministrazione Parisi, era presente l’Assessore allo Sviluppo delle Economie Locali Domenico Gigante.

In tale sede è stato raggiunto l’accordo per la presentazione congiunta per la creazione della ZES Ionica, in scadenza nei prossimi giorni.

<<Un’autentica rete e unione di intenti quella creatasi con gli altri enti limitrofi e con il Comune di Palagiano, che sarà proponente della candidatura – ha spiegato Gigante – Palagiano è la città più vicina al porto di Taranto, nonchè dotata delle infrastrutture retroportuali, e ciò consente di ottenere i punteggi necessari da parte anche degli altri Comuni aggregati. Pertanto, saremo in grado di disporre di tutti i requisiti necessari per partecipare e presentare la candidatura anche per varie zone del territorio occidentale della provincia ionica, incluso il nostro.

L’obiettivo è quello di costituire un unico asse in cui le aree industriali dei singoli Comuni siano dotate di una fitta maglia di infrastrutture che si colleghino in maniera capillare al porto di Taranto e all’area retroportuale, al fine di ottenerne agevolazioni per gli imprenditori locali ed essere attrattivi per gli investitori, anche esteri.

Un primo passo importante fatto insieme a Laterza, Castellaneta, Palagianello e Palagiano, in un’ottica di rete di conoscenze e qualità delle risorse dei nostri enti. Dopo la Delibera di Giunta Comunale di autorizzazione per la sottoscrizione del protocollo di intenti, vi sarà la sottoscrizione dell’atto di intesa e l’indicazione delle aree libere – dismesse – occupate / private o pubbliche da utilizzare.

Nel contempo, I singoli comuni sottoscrittori si impegnano a stipulare una convenzione (ex art. 30 del T.U.E.L.) per l’attuazione di un distretto produttivo con gestione unitaria, seguendo le indicazioni regionali in materia di aree produttive, paesaggisticamente ed ecologicamente attrezzate (APPEA).

Successivamente – ha aggiunto l’Assessore – vi sarà una modalità di gestione associata nello schema di convenzione, che sarà sottoposto ai rispettivi Consigli Comunali per l’attuazione di detto distretto produttivo, e in particolare del cosiddetto KIT Localizzativo per l’attrazione degli investimentiche i Comuni sottoscrittori si impegnano, in autonomia, a gestire e a far sì che diventi una grande opportunità di rilancio produttivo occupazionale, non solo per i cinque Comuni, ma per l’intera area tarantina. La strada è quella giusta e ce la metteremo tutta per ottenere la Zona Speciale Economica>>.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*